Calcio, Eccellenza. Il Ragusa ricomincia a correre espugnando il “Romano” di Carlentini

0
392

Ragusa calcio ricomincia a correre dopo il pari casalingo con il Giarre. A Carlentini, su un campo in terra battuta, il Romano, che risultava inespugnato da oltre un anno, gli azzurri riescono a cogliere tre punti molto importanti per la classifica, rimanendo in testa, dopo nove giornate, nella classifica del campionato di Eccellenza, girone B. Nel primo tempo il Ragusa ha sbloccato il risultato al 15’ con Savasta e poi, lo stesso bomber, con un eurogol dalla distanza, ha fissato il punteggio sul 2-0. Nella ripresa, i locali hanno accorciato al 65’ con un penalty di Sinatra. Il Ragusa, al di là di ogni valutazione, sta compiendo un percorso straordinario come testimoniano i risultati fin qui ottenuti. “E’ stata – commenta l’allenatore azzurro, Alessandro Settineri – una partita dai due volti, vinta dal gruppo, dai giocatori in campo. Il sacrificio e la disponibilità sono emersi in assoluto proprio in occasione, più che nelle altre partite, di questo match sul campo del Carlentini. Ho preso atto con favore dell’impegno da parte di tutti che è servito a rompere l’equilibrio in positivo. Perché partita dai due volti? Perché a un primo tempo di qualità, con numerose giocate, ha fatto da contraltare una ripresa che, essendo condizionato il nostro rendimento dai mille acciacchi con cui i nostri ragazzi stanno facendo i conti, ci ha visto soffrire. Il Carlentini ha trovato il rigore continuando a pressare per cercare di raggiungere il pari. La nostra compagine ha avuto una metamorfosi. Siamo stati bravi, a quel punto, a diventare una squadra operaia che ha saputo reggere il colpo, giocandosela su ogni pallone. Lo ribadisco, abbiamo sofferto ma siamo riusciti bene a tenere la partita. Abbiamo perso qualche altro giocatore rispetto a quelli che già erano indisponibili ma dalla panchina ho trovato gente disponibile che, seppur non in condizioni ottimali, ha dato l’anima per portare a casa il risultato. E tutto ciò va a vanto e a merito di questo gruppo che è un gruppo di uomini su cui poter sempre contare”. E il direttore sportivo Emanuele Merola aggiunge: “Faccio i complimenti al Carlentini perché, soprattutto nella ripresa, abbiamo visto in campo una squadra che ha dato l’anima per cercare di raggiungere il pari e quindi abbiamo capito perché al Romano erano mesi che nessuno riusciva ad averla vinta. In ogni caso, il gruppo azzurro ce l’ha fatta e continua a gestire questo straordinario momento nel migliore dei modi. Nove risultati utili consecutivi, otto successi e un pari, nessuna sconfitta. Se me l’avessero detto a inizio stagione non ci avrei creduto. Adesso, però, stiamo cercando di fare del nostro meglio per rimanere in alto per quanto più tempo sarà possibile”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

sette + diciannove =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.