Cerca
Close this search box.

Modica. Il palazzo degli Studi tra i monumenti delle vie dei tesori e nella fiction di Montalbano: nuove prospettive

Si è conclusa da appena una settimana l’edizione 2019 delle Vie dei Tesori, che ha visto tra i monumenti aperti ai visitatori anche l’ex-collegio dei Padri Gesuiti, sede attuale del liceo classico di Modica. L’Associazione Amici del Campailla, che ha aderito all’iniziativa, si ritiene molto soddisfatta di questi tre weekend in cui numerosissimi visitatori – alcuni ex alunni e molti turisti soprattutto stranieri – sono venuti a vedere i tesori che ha da mostrare il Palazzo degli Studi. Tantissimi i complimenti ricevuti dagli 8 studenti dell’Istituto che hanno fatto da guide sia in italiano sia in inglese.
L’Associazione Amici del Campailla è anche soddisfatta dei tre incontri organizzati in apertura, in itinere e in chiusura, finalizzati a trasmettere principalmente immagini, storie, letture provenienti dal Palazzo degli Studi.
Venerdì 4 Ottobre sono stati i professori Paolo Nifosì e Giorgio Colombo a dare le coordinate storiche e artistiche dell’edificio con l’ausilio della ricca documentazione iconografica raccolta, grazie anche alla solerte opera dell’arch. Orazio Caruso, che ha messo a disposizione i disegni da lui realizzati sul Palazzo.
Venerdì 11 Ottobre la serata, dedicata alla poesia con l’intervento del prof. Salvatore Paolino, già preside dell’Istituto, accompagnato in chiusura dalle note della violinista Francesca Guccione, è stata preceduta dalla visione del docufilm sul Palazzo degli Studi, realizzato da Graziana Oddo. Era presente anche l’Assessore alla Cultura Monisteri.
Domenica 20 Ottobre, a conclusione della manifestazione, gli Amici del Campailla hanno voluto onorare la memoria del giudice Michele Palazzolo, prematuramente scomparso, del quale sono state lette alcune poesie a cura della Compagnia del Piccolo Teatro. Il numerosissimo pubblico intervenuto (erano presenti anche la moglie del giudice scomparso e la figlia) è stato intrattenuto dalla prof.ssa Giuseppina Celestre (che ne ha delineato la figura del poeta), dal dott. Vincenzo Ignaccolo (che ha tracciato la figura del giudice ineccepibile punto di riferimento per gli altri colleghi e per la collettività), infine dal prof. Maurilio Assenza per l’impegno mostrato come cristiano che si è lasciato ispirare dal credo di Giorgio La Pira. Le musiche sono state curate dal maestro Sergio Carrubba, attuale Dirigente dell’Istituto.
Sono già in cantiere i prossimi appuntamenti che vedranno nuovamente attiva l’Associazione: la Notte Nazionale del Liceo Classico (17 Gennaio 2020), la X edizione del Certamen Mutycense (27-28-29 Marzo 2020) e per concludere la Notte Europea dei Musei intorno al 18 Maggio 2020.
Tutte queste iniziative concorrono a realizzare il fine principale dell’Associazione: fare in modo che non ci si dimentichi di questo monumento storico nel cuore della città e che, con l’auspicio di un’azione concertata tra Comune e Provincia, si riescano ad intercettare i fondi necessari per ristrutturare tutto l’immobile. Per il momento ci accontenteremo di rivedere il famoso terzo piano nei nuovi episodi di Montalbano a febbraio 2020 con la speranza che qualcosa si smuova nella coscienza collettiva.

© Riproduzione riservata
Subscribe
Notificami
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Scroll to Top