A Chiaramonte Gulfi il marito corre in auto e la moglie va al museo

0
651

Chiaramonte Gulfi è la cittadina ragusana nota, tra le altre cose, per la sua rete museale attraverso la quale è possibile ripercorrere la storia del territorio ibleo che va dalla collezione ornitologica ai vari strumenti musicali, dai cimeli della guerra alla casa museo liberty, dalla storia del ricamo e dello sfilato siciliano al museo etnografico e alla pinacoteca.
Una cittadina così ricca di arte e di storia non ha avuto difficoltà a denominare lo slalom automobilistico “Città dei Musei”, che dopo un’assenza di 7 anni tornerà a disputarsi il prossimo fine settimana su un tracciato di Km 2,990 ricavato da una porzione della SP 7, che unisce le cittadine di Comiso con quella di Chiaramonte Gulfi.
La manifestazione automobilistica, organizzata dal team Palikè di Palermo, in collaborazione con il comune montano ibleo e dall’associazione agrigentina Muxaro corse, sarà valida per il campionato siciliano di slalom giunto quest’anno al 17° appuntamento ed inoltre attribuirà punti per la classifica della 5ª tappa del Challenge Paliké. A rilevare tempi e stilare le classifiche saranno i cronometristi dell’Asd “Hyblea” di Ragusa sempre pronti a scendere in strada negli avvenimenti che contano.
Chiaramonte Gulfi vanta pure la presenza di circa 200 edicole votive, particolari sono quelle realizzate in rame zincato del 1800, per questo il simbolo della kermesse automobilistica sarà proprio l’edicola votiva “quadrifronte” visibile nella contrada Quattro Cappelle, a poche centinaia di metri dall’ingresso della cittadina montana.
Tra i circa 170 piloti partecipanti ci saranno gli specialisti: Girolamo Ingardia della scuderia Trapani Corse con la Ghipard Suzuki vincitore quest’anno di 4 slalom in Sicilia (Sciacca Terme, Misilmeri, Sant’Angelo Muxaro e Campobello di Mazzara); il 22enne Michele Puglisi della TM Racing a bordo della Radical Prosport, fresco del titolo Slalom Italiano Under 23; Domenico Polizzi della Catania Corse sulla sua potente Elia Avrio ST Suzuki EVO; l’immancabile Salvatore Cassibba della scuderia Catania Corse, al volante della Osella PA 21 JRB ed un folto gruppo di piloti provenienti dalla vicina isola di Malta.
Sabato 19 dalle 14.30 alle 19.30 sarà la volta delle verifiche tecniche, mentre domenica 20 i concorrenti si troveranno sulla linea di partenza per affrontare le 3 manche cronometrate con le 10 postazioni di rallentamento delimitate da birilli. La cornice di pubblico sarà quella delle grandi occasioni perché da queste parti il binomio tra arte e auto è ben collaudato.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

17 − uno =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.