Non solo il campo da Rugby. Nel mirino della magistratura anche contributi sospetti del Comune di Ragusa

Nel mirino della Procura della Repubblica non ci sarebbe solo la gestione del campo di Rugby ma   anche contributi sospetti concessi dal Comune di Ragusa. Un’inchiesta per la quale è indagato il sindaco di Ragusa, Peppe Cassì, come lo stesso ha reso noto. Sarebbe cinque le persone iscritte a registro. L’ipotesi di reato è turbata libertà di scelta del contraente. L’indagine sarebbe scaturita dalla denuncia di un imprenditore escluso. Sono stati perquisiti gli uffici di Cassì e il protocollo, sotto sequestro anche l’agenda personale del primo cittadino. Sotto osserazione, come si diceva, anche altre gare del servizio Sport, compresi quelli per la piscina e il Palacolor e i contributi “fuori tempo”.

guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
  • Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
Riproduci video
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI