Il M5S di Comiso contro l’alta percentuale di pignorabilità di immobili

0
552

In questi ultimi anni, a causa della crisi, la nostra Provincia è stata costretta a pagare un prezzo altissimo, quello della percentuale più elevata di immobili pignorati.
Dietro un immobile (s)venduto all’asta c’è solitamente un nucleo familiare e nonostante la privacy e la correttezza delle procedure é difficile credere che chi acquista non abbia mai visitato l’immobile. Quasi sempre chi acquista è alla ricerca dell’affare, mosso esclusivamente da un fine speculativo.
Nulla infatti vieta che, ottenuto il decreto di trasferimento, l’immobile acquistato ad un prezzo particolarmente vantaggioso venga rivenduto a prezzo di mercato con un notevole margine di profitto.
“Come M5S – dice la consigliera comunale Patrizia Bellassai – siamo sempre stati in prima linea sulla battaglia per l’impignorabilita’ della prima casa e non possiamo permettere di abbassare i riflettori sull’ennesimo caso che suscita ancora forti dubbi e tanta indignazione non solo nella nostra città.
Cosa o chi ha costretto l’acquirente ad effettuare quasi immediatamente il saldo del prezzo visto che il termine sarebbe scaduto solo a fine settembre?
Che fine ha fatto il protocollo d’intesa per il rilascio degli immobili pignorati, siglato tra il tribunale di Ragusa e la prefettura? Perché tutta questa fretta di sloggiare i debitori esecutati e l’intero nucleo familiare, visto che il giudice non ha ancora emesso il decreto di trasferimento?
Sono in tanti a porsi queste ed altre domande.
L’acquirente che, durante la precedente campagna elettorale, si vantava di essere sempre al fianco dei più deboli, ha ancora una volta fatto emergere l’abitudine, dura a morire, di un vecchio e consolidato modo di fare politica”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

uno × due =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.