Il ritorno del sagrestano incappucciato e delle sue omelie..di Carmelo Modica

18
2409

Appollaiato tra i commenti ai post di radiortm.it è presente, da qualche tempo, un personaggio particolare che si firma “uno qualunque” ed ogni tanto sentenzia qualcosa.
Debuttò il giorno 17 del mese di aprile scorso alle ore 23,04 e poi dopo un mese lo stesso, giorno 17, e quasi alla stessa ora, alle ore 23,38. Poi ha taciuto per due mesi e si è ripresentato il giorno 16 agosto, in un’ora pomeridiana, alle 19,20.
Una cadenza, quindi, mensile, con puntualità quasi militare, con l’eccezione dei mesi di giugno e di luglio perché conoscendolo, sappiamo che ha avuto in tale periodo una qualche preoccupazione. Mentre per i contenuti del suo dotto contributo al dibattito culturale in corso a Modica, rimandiamo all’allegato pdf che riporta integralmente tutti i suoi commenti, qui ci limitiamo solo a presentare il personaggio.
Diciamo che noi siamo certi della sua identità, sia perché conosciamo la “calligrafia” della sua scrittura sia perché i suoi interventi con il cappuccio sono stati strettamente legati, come contenuti e come tempistica, a temi che io ed altri abbiamo dibattuto nei social, ovviamente senza cappuccio, ovvero con nomi e cognomi.
Ho verificato che, in pratica, quando egli non ha argomenti per controbattere su alcune discussioni in chiaro, indossa il cappuccio che gli consente anche di eccedere negli aggettivi e nella pochezza argomentativa, che la normalità nel vivere civile non consente senza farsi giudicare.
Ecco perché io l’ho battezzato il “Sagrestano incappucciato”. Io credo che egli è nelle stesse condizioni di quel prete che essendo stato per molto tempo lusingato per le sue splendide omelie, con questi suoi interventi ha ritenuto di calzare il cappuccio che gli consente di scendere a livello di sagrestano. Come l’ultima che del sagrestano oltre al contenuto approssimato ha anche evidenziato una scarsa fantasia, se è vero che al suo nome di battaglia, copiandomi, ha voluto aggiungere “Colonnello Sagrestano”.
Ovviamente a me non disturba affatto questo suo cappuccio che nel mondo della normalità può anche essere utile per giudizi più disincantati.
Ripeto, questo parlare con un incappucciato non mi turba minimamente, né approfitterò mai dell’oggettivo vantaggio che mi offre il suo anonimato di poterlo ricolmare di contumelie senza conseguenze.

http://www.labibliotecadibabele.net/attachments/article/213/2019SocialmenoIncappucciato.pdf

Carmelo Modica

ACQUISTA ADESSO IL TUO BIGLIETTO >>

18 Commenti

  1. La querelle impone un’incontro a quattr’ occhi al bar dello sport…. in campo neutro. Forse è la cosa migliore da farsi date le divergenze tra voi due. Simpaticissimi, comunque, entrambi.

  2. Credo che occorra dare qualche informazione aggiuntiva. Chi è il sagrestano incappucciato? Suppongo si tratti di una persona che difende la tesi dei Grimaldi modicani e del cioccolato modicano dei Maia… sarebbe il caso, e mi rivolgo al signor Modica, dare qualche informazione aggiuntiva che possa inequivocabilmente farci individuare questa persona. Questo per comprendere e per evitare che si possa supporre una persona sbagliata, grazie, anche se capisco che non si possa fare il nome e cognome. Grazie al signor Modica per il chiarimento.

  3. @ Carmelo Modica :
    Dagli un po di vantaggio in più , cosi non c’è piacere . . .
    Come fa a nascondersi dietro una mascherina ?
    Servirebbe un “mascherone” , come quelli dell’auditorium P.Floridia .

  4. @ Pluto :
    A Modica sappiamo che sussistono i massoni con elenco in Questura (li trovate negli elenchi pubblici su internet , 267 pagine !!) , poi vi sono quelli censiti all’estero pertanto segreti (non censiti !!??) .
    Forse il”gatto” e la”volpe” oltre a “pinocchio” sono andati fuori ad iscrivirsi . .
    Ora spuntano gli “incappuciati”…
    A breve i “beati paoli”… poi i mascherati . .
    Indi le sette religiose , ma questi fanno danno limitato rispetto agli altri .
    A chistu burdellu ! !

  5. Si, siamo d’accordo, ma chi è il sagrestano incappucciato, almeno dia un indizio signor Modica. Sembra un giallo di Camilleri.

  6. Se copiate ed incollate il link riportato alla fine di questo post si apre un pdf che contiene quanto ha scritto il “Sagrestano incappucciato”. Ho riportato anche le sue omelie. Più rifletterete sulla calligrafia e sul contenuto di tali omelie più il cappuccio diventerà trasparente

  7. ” … … … Lei ben sa che le squadracce del 1921-1922 sapevano in quale sede di partito puntare. Con lei
    sarebbe davvero impossibile, considerato che moltissime sono le sedi di partito e
    di conventicole politiche … … … ” : praticamente nu sauta fossa! Ho capito chi è il sagrestano incappucciato!

  8. È bene chiarire che sareste in errore se pensaste a qualcuno che in passato ho rimproverato di aver cambiato partiti politici. Diciamo che mi riferisco ad instabilità culturali

  9. Instabilità culturali… e che cultura! Potrebbe essere, se capisco bene un docente universitario che per cultura e stabilità non ha eguali, in provincia… spero in una delicata conferma da parte di Modica.

  10. Io non faccio per mestiere il “toglie cappucci”. Se proprio vuole, l’interessato può toglierlo da se. Lo potrà anche togliere con il silenzio, ma sappi che risponderò ad ogni contumelia con argomenti e dati di fatto fino a quando egli non supererà i limiti del corretto agire e del corretto parlare. Aggiungo anche che se vuole gli concedo anche di continuare a colloquiare mantenendo il cappuccio, se vorrà avviare un confronto utile e finalizzato ad un virtuoso arricchimento culturale, anzichè celebrare omelie da sagrestano.

  11. Continuo a pensare che occorra dare una corretta informazione, dai commenti precedenti è evidente che anche leggendo il “Sagrestano incappucciato”, in tanti non riescono (riusciamo) ad individuare il personaggio: alcuni parlano di sindaco padre, altri di professori universitari, altri commenti incomprensibili. Aspettiamo da parte del signor Modica ulteriori informazioni o confermare ipotesi già avanzate fa questi commenti. Ringrazio e saluto

  12. Voglio ribadire che il problema, in questa sede non è individuare chi è il sagrestano incappucciato. Io ho iniziato un duello con lui ed agli altri è consentito di assistere a tale confronto e pronunciarsi sulle omelie che vorrà farci. Poi ciascuno per proprio diletto potrà tentare di individuare chi indossa il cappuccio un po come potrebbe accadere con @’zulu @ carlo @pupetta

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

venti + quattordici =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.