Modica, lettera aperta al sindaco di D’Antona(SI)sulle luci bianche a led

Sinistra Italiana torna sulla questione dell’illuminazione pubblica del centro storico di Modica a seguito del documento della sezione regionale di Italia Nostra, nel quale viene ribadita la contrarietà alla sostituzione delle lampade operato dalla sua Amministrazione.
La posizione di Italia Nostra si aggiunge ai commenti che in queste settimane si sono succeduti: da una petizione di cittadini alle dichiarazioni di alcune forze politiche, al deciso, e per certi versi clamoroso, intervento della Sovrintendenza ai Beni Culturali di Ragusa, con l’emissione di una ordinanza di sospensione dei lavori ed una segnalazione alla Procura della Repubblica.
“Le dichiarazioni del sindaco e del suo consulente con delega al centro storico – dice Vito D’Antona – per come riportate dalla stampa, fanno emergere una situazione di confusione che tuttora non sembra sia approdata a scelte meditate, condivise e definitive, salvo la notizia di ricorrere al Tar sul provvedimento di sospensione emesso dalla Sovrintendenza (che avrà dei costi) ed una generica indicazione alla ditta.
Riteniamo, invece, in primo luogo, che Abbate abb il dovere di fare chiarezza e di comunicare ai cittadini ed al Consiglio Comunale l’attuale situazione, rendere pubblico il progetto originario che prevede la sostituzione delle lampade e la tipologia scelta a suo tempo, il costo dell’intervento, se i lavori sono sospesi, se comunque, a prescindere dal ricorso, è stata promossa una interlocuzione con i funzionari della Sovrintendenza, se è stata fatta una ricerca di mercato sull’esistenza di lampade che possano coniugare risparmio energetico, rispetto dell’ambiente e tutela del patrimonio architettonico e monumentale del nostro centro storico.
Leggendo il documento di Italia Nostra, viceversa, appare evidente una precisa ed approfondita preparazione, oltre che idee chiare, quando, ad esempio, si afferma che “ … lampade a led di 2200 gradi Kelvin già presenti sul mercato e che posseggono la stessa temperatura-colore delle tradizionali lampade dalla luce ambrata, mantenendo in tal modo una resa cromatica adeguata a valorizzare edifici storici, chiese e monumenti. … “.
Le proponiamo, pertanto, di promuovere un incontro urgente con i responsabili regionali di Italia Nostra e di farsi consigliare le scelte più idonee per il nostro centro storico e tradurle in progetto da fare eseguire tempestivamente, chiudendo una vicenda pasticciata e confusa, che solo la mobilitazione spontanea dei cittadini ha portato all’attenzione e, forse ad una soluzione condivisa”.

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

3 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI