La storia delle catacombe in contrada Treppiedi a Modica. Tra palazzi e vegetazione.

Nel cuore del Polo Commerciale di Modica, tra i palazzi, nascosto dalla poca vegetazione rimasta, si intravede l’ingresso di una zona molto importante per l’archeologia siciliana. Si tratta di catacombe, ormai abbandonate, che potrebbero divenire un museo che incuriosirebbe i turisti a visitare il quartiere Sorda, oltre all’inestimabile valore storico. Nonostante la presenza di questi beni archeologici, lasciati in eredità alla città, durante gli anni dell’abusivismo edilizio, i costruttori non si sono fermati nemmeno davanti all’archeologia, costruendo attorno alle aree cimiteriali risalenti al 396 e 402, date che conosciamo grazie alle quattro lapidi rinvenute al loro interno. Ancora oggi nonostante le sollecitazioni alla sovrintendenza, le catacombe restano nascoste, con il rischio di andare perse per sempre. L’ipogeo che si trova in prossimità dell’incrocio che porta a Marina di Modica è diviso in quattro aree cimiteriali. La più vasta scoperta nel 1932 dall’archeologo P. Orsi vanta 200mq circa e presenta fosse a terra, arcosoli, sarcofagi e baldacchini, in altre parole un catalogo completo di tutti i tipi di sepoltura allora in uso.

guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

5 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
  • Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
Riproduci video
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI