Messa alla prova per 30 mesi per i due giovani ritenuti responsabili della morte del modicano Angelo Partenza

4
1452

Il Tribunale per i Minori di Catania(presidente Alessandra Chierego) ha deliberato la messa alla prova per 30 mesi per i due giovani di Modica, che all’epoca dei fatti di 15 e 16 anni, per i quali è stato ipotizzato il castello accusatorio per omicidio preterintenzionale a seguito della morte del 64enne Angelo Partenza, modicano, avvenuta il 19 gennaio del 2017, a seguito delle lesioni riportate dopo una violenta aggressione. Il provvedimento, rendono noto i legali dello studio 3A-Valore Spa che assistono la sorella della vittima, ha avuto il parere positivo del pm Silvia Vassallo.

La messa alla prova è una sospensione del processo: a conclusione dei 30 mesi se i due ragazzi incensurati, seguiti da un giudice onorario, rispetteranno le restrizioni loro imposte con atti di ravvedimento il reato potrebbe essere considerato estinto, altrimenti il procedimento sarà riaperto. Per i legali dei due imputati è possibile, in caso di buona condotta, chiedere un termine anticipato rispetto ai due anni e mezzo previsti. Impossibile per i familiari della vittima, assolutamente contrari a questo beneficio, dare un proprio parere in aula: nei procedimenti minorili non è prevista la costituzione di parte civile.

4 Commenti

  1. Assurdo, è stato omicidio. Poi se le stesse cose accadono in altre città (Manduria per andare a caso) tutti indignati e schifati. Tutti ad evocare giustizia. Accade a casa nostra ed allora meglio voltarsi dall’altra parte e non rischiare di infastidire nessuno.

  2. Hai lavori forzati , da estendere anche ai genitori , se non si ravvedano e pagano tutto il male causato .

  3. Le Società perbeniste e lassiste GENERANO Mostri .
    Non c’è rispetto del Viver Civile , esistono solo diritti senza Doveri .
    Subito porre Rimedi . . .

  4. comunque ormai siamo arrivati a raschiare il fondo della civiltà, dei valori umani e, del buon senso. Ma che c’è ne frega se un povero cristiano è morto per mano dei due minori che, non avendo altro da fare ed in mancanza di valori morali, non hanno fatto altro che giocare ad un gioco stupido cioè malmenare chi è più debole. Visto che ormai tanto una persona è morta e dare anni di galera ai responsabili è inutile, allora meglio affidare questi tizi ad un progetto di recupero. Ma dico io questi recupereranno la loro coscienza o rimarrà sempre quella di animali? Io ho conosciuto Angelo Partenza con cui ho condiviso 5 anni di lavoro con lui, ed era una persona allegra, buona, scherzosa e non posso ammettere che Modica abbia prodotto ed allevato 2 mostriciattoli capaci di infangare il buon nome dei cittadini modicani.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

9 + dodici =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.