Camera del Lavoro di Modica: “Per i pagamenti dei lavoratori della SpM c’è ancora da aspettare?”

0
596

Con oggi sono già tre i mesi di salario non pagati ai lavoratori dalla Servizi per Modica. Lo denuncia il segretario della Camera del Lavoro, Salvatore Terranova, che segnala ancora una volta la sofferenza della categoria.
“Questi lavoratori – dice il sindacalista – non solo non percepiscono le spettanze pregresse entro i termini contrattualmente previsti, non solo accumulano tre-quattro mesi di salari non pagati, quindi si trovano a vivere, a causa di ciò, una condizione di depauperamento economico e della dignità, ma hanno subito, per colpa dell’Amministrazione comunale, un notevole danno economico per il fatto che, a distanza di un anno e più, non hanno ricevuto ancora la liquidazione dall’Inps di buona parte dei compensi loro spettanti a seguito dell’applicazione della Fis (ammortizzatore sociale) per il periodo maggio 2017- aprile 2018”.
Del Fis, l’Inps ha liquidato solo acconti e ancora oggi non si sa quando e se riceveranno il saldo di quanto loro realmente spettante. “Come sindacato abbiamo sempre denunciato che la Società avrebbe dovuto monitorare all’Inps lo stato dell’arte della pratica, cercando di capire e sbloccarla per fare recuperare a tanti padri di famiglia le spettanze legate a questo ammortizzatore sociale. Questo interessamento aziendale non lo abbiamo registrato, prova ne è abbiamo sollecitato più volte l’Amministratore Unico della Società ad intervenire e in diverse occasioni come sindacato ci siamo sostituiti all’Azienda, pungolando noi l’Inps a definire la pratica del Fis.
Non ci sembra serio questo modo di operare, disinteressandosi della sorte di questi lavoratori. Come cgil siamo andati già 4 volte all’Inps e questa ci ha riferito che la pratica non può essere esitata se l’Azienda non fornisce i dati di cui ha bisogno”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

18 − dieci =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.