Ragusa, azzannato dal suo cane che gli strappa naso e labbra. 50enne operato

9
4741

Reazione inaspettata del cane di sua proprietà che per poco non gli costava la vita. Vittima un 50enne ragusano azzannato dal proprio cane, all’improvviso, alla faccia. I morsi gli hanno strappato il naso e una parte delle labbra. L’uomo è stato sottoposto a un delicato intervento chirurgico presso la Clinica del Mediterraneo che è perfettamente riuscito. I chirurghi hanno ricostruito perfettamente il naso e il labbro superiore compromessi dal morso dell’animale, un cane lupo cecoslovacco. L’uomo, dopo l’aggressione del cane, era stato prontamente soccorso e trasportato d’urgenza all’ospedale Giovanni Paolo II per ricevere le necessarie cure. Dopo il ricovero al pronto soccorso, è stata allertata l’equipe medica della Clinica del Mediterraneo, dove è stato successivamente eseguito l’intervento chirurgico, conclusosi con successo, alla luce della completa ricostruzione del naso e del labbro superiore, che erano stati quasi del tutto staccati dal morso del cane.

Dall’aggressione improvvisa dell’animale al suo stesso padrone, al ricovero al pronto soccorso fino all’intervento saranno trascorse un paio d’ore. La tempestività dell’intervento si è difatti rivelata fondamentale per il buon esito dell’operazione chirurgica. Il 50enne di Ragusa sta bene ed è costantemente e attentamente monitorato dai medici in questa prima fase post operatoria. Sono infine scattate, come da prassi in casi del genere, le denunce all’ufficio veterinario, a quello d’igiene e all’autorità giudiziaria per analizzare quanto accaduto e assumere dunque tutti i provvedimenti consequenziali.

9 Commenti

  1. Gli sta bene! Avrà cercato di baciarlo senza pensare neanche che poco prima il cane si sarà leccato il culo e il pene. Non se ne può più di questi pseudo animalisti che hanno scambiato i cani per mogli, figli e parenti ….

  2. Andrea
    Commentu strunzu e miserabbili
    “Non se ne può più di questi…”
    Ma a tia chi ca@@u ti ni futti?
    Ognunu cu la so cuscienza o la vuoi proibiri?
    Commentu strunzu e miserabbili comu cu lu scrissi

  3. Non se ne può più di commenti banali e senza fondamento alcuno. Starebbe bene, a questo punto che a qualcuno cascassero la lingua per le cose che dice, le dita per le castronerie che scrive. O il cervello per… ah no. Quello é impossibile. Non esiste. Si é dato alla fuga dal proprietario.

  4. Non me ne frega nulla se gli uomini trattano gli animali come (a volte meglio) dei propri simili. Non mi importa di vedere persone che non arrivano a fine mese (sfrattate, senza denti, dusoccupati …) comprare crocchette e pagare migliaia di euro per interventi veterinari. Ciascuno e’ libero di fare a casa propria ciò che gli pare. Però non è giusto che io contribuisca, con le mie tasse, a pagare i danni che colpevolmente si fanno gli altri. Spese sanitarie, vigili sanitari, autorità giudiziaria etc. Per non dire che i nostri marciapiedi puzzano di cacca e di piscio di cani. Che non ho mai visto un cane con la muserola. Che leggo spesso di questi articoli e di fatti ancora più gravi.

  5. Andrea ha ragione, la maggior parte dei proprietari di cani, sono dei grandissimi maleducati, non hanno rispetto degli altri e pretendono al contrario il rispetto per il proprio animale. Quindi i veri animali non sono i cani, poverini che non hanno nessuna colpa, ma i loro padroni.

  6. Non ha ragione. Non si tratta di cani o meno. Ma di civiltà. Anche le cartacce a terra, gli sputi, gli imbrattamenti dei luoghi pubblici, le cicche tirate dalle auto in corsa o spente in spiaggia….sono cose incivili. E se sposiamo la sua teoria quelli che corrono in auto e in moto sfracellando se stessi e gli altri se lo meriterebbero. Quindi anche per loro non andrebbero pagate le tasse per le spese sanitarie…con la differenza che se bacio il mio cane e lui si incacchia fa male solo a me…il cretino bipede no.

  7. I cani come sappiamo discendono dal lupo, è chiaro che nascondono dentro di se l’istinto di sbranare, ma quando azzannano il loro padrone senza che abbia fatto nulla, questo ancora non è chiaro.
    Non possiamo entrare nella mente di un cane e indagare sul perchè (raramente) scatta la molla dello sbranare, poi additiamo la colpa sempre al padrone che non lo educa bene. Forse non mangiando sufficientemente e comunque non ancora appagato sente l’odore della carne anche quella umana e così ecco che si comporta come un lupo che per cibarsi tende a sbranare.
    Io ho sempre temuto i cani specie quelli di taglia grossa tengo in casa invece quattro gatti, anche se nonostante sono predatori e carnivori anch’essi, con un po di croccantini ed una scodella di acqua pur essendo primatisti insuperabili nel dormire (in natura dormono tra le 15-18 ore al giorno) mi fanno festa quando torno dal lavoro e con tanti miao miao mi invitano a riempire la scodella dei croccantini.

  8. Vorrei vedere i fighetti proprietari di cani con paletta e carta raccogliere la dissenteria depositata in terra stile brodaglia.

  9. I gatti invece sono molto puliti e amano la pulizia, loro fanno tutto nella lettiera senza disturbare il padrone e infine fanno il mucchietto con la zampa per coprire il tutto. Sono insomma autonomi,
    l’unico lavoro da fare per loro è di tanto in tanto il ricambio della sabbia nella lettiera e basta.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

9 − 1 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.