A Ragusa fase finale del corso nazionale di Ecografia Internista

0
523

Presso la sede dell’Ordine dei medici di Ragusa, nei giorni 23 e 24 marzo, ha avuto luogo la fase finale del corso nazionale di Ecografia Internista organizzato dalla FIMMG ( Federazione Italiana Medici di Medicina Generale) della provincia di Ragusa insieme alla SIEMG (Scuola nazionale di ecografia) . Detto corso, il primo in Italia svoltosi con tutti i moduli nella stessa provincia, è stato avviato due anni fa ed è stato rivolto ai medici non solo della provincia di Ragusa .
Oltre a Giuseppe Caccamo, presidente della FIMMG della provincia di Ragusa ed al presidente dell’Ordine die Medici di Ragusa, Rosa Giaquinta, alle due giornate di corso è stato presente ed è intervenuto il presidente della scuola nazionale di ecografia internista Fabio Bono.
Il corso è stato organizzato per fornire ai giovani medici, ma anche ai medici più esperienti, mezzi, tecniche e strumenti idonei a comprendere l’ambito di impiego della diagnostica ecografica per poter riconoscere eventuali patologie ed individuare l’iter diagnostico più corretto per il paziente.
La partecipazione dei medici di medicina generale ai corsi di formazione di diagnostica ecografica è una valida misura per contribuire a ridurre le liste di attesa e l’accesso a volte inappropriato al pronto soccorso. Il corso è stato voluto per venire incontro ai medici, spesso disagiati per la logistica del nostro territorio e costretti a raggiungere sedi lontane per poter frequentare questi corsi, con notevole aggravio di spese e di tempo.
Da considerare che i medici formati e coloro che lo faranno in seguito, stanno anticipando quanto sancito dalle direttive del nuovo ACN ( accordo collettivo nazionale) che consentirà di stipulare nuovi rapporti con le ASP ( aziende sanitarie provinciali) al fine di ridurre le liste di attesa e con l’intento di offrire ai cittadini un migliore servizio di tutela della salute.
Sulla base di queste riflessioni la SIEMG nazionale e la FIMMG della provincia di Ragusa credono fortemente in questo progetto e si adoperano con mezzi e risorse umane per formare una classe medica all’avanguardia, fiore all’occhiello della sanità nazionale.
Visti i risultati e grazie al successo ottenuto da questo primo corso, a conclusione die lavori è stata preannunciata l’organizzazione di un secondo corso .

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

sedici + quindici =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.