Calcio, Promozione. Modica nella “tana” del Ragusa, i rossoblu in anticipo all’“Aldo Campo”

0
442

Ultimo allenamento della settimana giovedì sera per il Modica Calcio in vista del derby di domani pomeriggio allo stadio “Aldo Campo” di contrada Selvaggio, dove i “Tigrotti” saranno impegnati contro il Ragusa capolista nell’atteso derby ibleo valido per la tredicesima giornata del girone D del campionato di Promozione.
Una gara molto sentita dalle due tifoserie, che le due squadre affronteranno con motivazioni totalmente diverse. Se il Modica non ha più nulla da chiedere alla stagione, ma deve solo cercare di chiudere nel migliore dei modi per il rispetto della tifoseria sempre accanto alla squadra anche in questo finale di stagione anonimo, diverse sono le motivazioni della formazione di Filippo Raciti, che al comando della classifica con due punti di vantaggio sul Real Siracusa Belvedere, deve assolutamente cercare di fare bottino pieno per rimandare al mittente l’assalto al primo posto da parte della formazione aretusea.
Nonostante tutto, la tifoseria rossoblu si è organizzata per far sentire il proprio calore alla formazione della Contea. Saranno un centinaio, infatti i tifosi che domani arriveranno a Ragusa per incitare i propri beniamini che devono riscattare almeno la brutta prova fornita al “Pino Buongiorno” costata la pesante sconfitta contro il Caltagirone.
Ieri sera i rossoblu hanno fatto le prove generali disputando un amichevole con il Per Scicli. Per mister Calogero La Vaccara ci sono diversi dubbi da sciogliere riguardo gli undici da mandare in campo dal primo minuto.
Con l’organico ridotto all’osso, ieri sera si è fatto male anche Paolo Calvo (problemi muscolari), dunque, il tecnico dei modicani dovrà fare di necessità virtù e verificare le condizioni fisiche degli acciaccati per mettere su una formazione in grado di ostacolare la voglia di successo degli azzurri ragusani.
Sicuro assente Vincenzo Blandino che ha chiuso anticipatamente il suo campionato per via del brutto infortunio di qualche settimana fa nella partita con il Real Siracusa Belvedere, per il resto il tecnico rossoblu deciderà solo pochi minuti prima del fischio d’inizio i giocatori da schierare titolari.
Se il pronostico è tutto a favore della capolista, è risaputo comunque, che il derby è sempre una partita particolare sempre difficile da pronosticare. Le motivazioni diverse delle due squadre, tuttavia sono evidenti ma l’ultima parola spetterà come sempre al campo.
Il derby ibleo sarà diretto dal “fischietto” catanese Salvatore Marco Testaì, che si avvarrà della collaborazione del siracusano Pablo Vasques e del messinese Francesco Quattrotto. Inizio fissato per le 15.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

1 × quattro =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.