Autostrada Catania-Ragusa, i sindaci del territorio: «Ora basta rinvii»

«Ora basta rinvii». Lo hanno gridato con forza, in un’ inusuale conferenza stampa tenuta lungo la statale 194, nei pressi del bivio dove solo pochi giorni fa si è verificato l’ennesimo grave incidente stradale, i sindaci dei Comuni interessati alla realizzazione dell’autostrada Catania-Ragusa, secondo i quali, nonostante la «lunga procedura già esperita», «non si placano i tentativi di rinviare la realizzazione dell’opera». Presenti alla conferenza stampa i sindaci di Francofonte, Lentini, Carlentini, Chiaramonte Gulfi, Licodia Eubea e Vizzini.
Progetto ancora in attesa dell’approvazione definitiva. Il progetto definitivo redatto dalla Sarc Srl, la società concessionaria che dovrebbe realizzare l’opera, è ancora in attesa dell’esame e dell’approvazione da parte del Cipe, il Comitato interministeriale per la programmazione economica. Quando sembrava che il lunghissimo e complesso iter burocratico fosse ormai a un passo dal concludersi sono emerse invece – come hanno ancora una volta denunciato i sindaci del territorio – perplessità sia in ordine alla sostenibilità dell’opera sotto il profilo dell’utilità sociale (si dimenticano i tantissimi morti e dunque le ricadute positive che l’opera avrebbe in termini di sicurezza), sia in ordine alla sua sostenibilità tariffaria e al grado di consenso da parte degli enti locali territorialmente coinvolti.

Il grido d’allarme dei primi cittadini. Il governo nazionale – hanno ribadito i primi cittadini – trascura il fatto che l’opera riguarda di fatto l’ammodernamento di due strade statali, la 514 e la 194, «diventate negli anni delle vere e proprie trappole mortali a causa della loro pericolosità». Come trascura anche il fatto che l’opera rappresenterebbe «un volano per l’economia del territorio sud-orientale della Sicilia», territorio che uscirebbe dall’isolamento in cui si trova e sarebbe così dotato di una infrastruttura moderna la cui realizzazione creerebbe almeno 10 mila nuovi posti di lavoro, ovvero 2 mila l’anno per i prossimi 5 anni. La realizzazione dell’autostrada Catania-Ragusa non è più rinviabile. «Appare inspiegabile – hanno gridato i sindaci questa mattina – il lungo tempo trascorso per ottenere, oltre ogni ragionevole previsione, le varie autorizzazioni e i pareri di legge». Per i sindaci quello di stamattina è stato solo il primo atto di una mobilitazione che coinvolgerà anche le comunità locali e che si fermerà solo quando sarà dato il via ai lavori dell’autostrada.

L’appello di Feneal-Uil, Filca-Cisl e Fillea-Cgil. A margine della conferenza stampa tenuta questa mattina prendono posizione i segretari generali di Feneal-Uil, Filca-Cisl e Fillea-Cgil di Siracusa, Saveria Corallo, Paolo Gallo e Salvo Carnevale, che sottolineano la necessità di una ampia iniziativa unitaria che coinvolga istituzioni, sindacati, forze sociali e cittadini.

webmarte.tv

  • Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI