Modica. “L’imbarazzante impreparazione del consigliere comunale dei 5 Stelle”

12
3304

Prorogato al 31 marzo 2019 il termine per la deliberazione del bilancio di previsione 2019-2021 da parte degli enti locali. L’ulteriore differimento del termine, già spostato una prima volta al 28 febbraio, è stato disposto con decreto del ministro dell’Interno del 25 gennaio 2019 pubblicato e consultabilie on line sulla Gazzetta ufficiale, Serie generale, n.28 del 2 febbraio 2019. La decisione accoglie le richieste dell’Associazione nazionale comuni italiani (Anci) e dell’Unione delle province d’Italia (Upi), motivate dalla complessità del quadro giuridico e finanziario di riferimento. “E’ ancora una volta imbarazzante l’impreparazione del Consigliere dei 5stelle Marcello Medica -. Quando abbiamo letto il comunicato – dice il sindaco Ignazio Abbate – nel quale viene addirittura paventato il commissariamento per il nostro Comune, abbiamo pensato subito ad un errore di invio, ad un fake o semplicemente ad uno scherzo. Invece, purtroppo, era tutto tremendamente vero con tanto di condivisione su social e gruppi pubblici. Evidentemente il Consigliere Medica è stato fuori sede da gennaio ad oggi e non ha notato la proroga del Ministero, richiesta peraltro da tutti i comuni italiani. Cosa bisognerebbe aggiungere alla clamorosa figura fatta davanti a tutta la Città da parte dell’unico rappresentante grillino in Consiglio? Il Bilancio sarà pronto nei tempi previsti dalla legge senza nessun problema. Medica sarà la prima persona a cui comunicheremo la lieta novella”.

12 Commenti

  1. Si precisa che l’unica comunicazione ufficiale via PEC che, come consiglieri comunali, abbiamo ricevuto dall’Ufficio di Presidenza è stata quella, dell’Assessorato Regionale delle Autonomie Locali, del 26 febbraio scorso, che parla chiaramente del differimento del termine al 28 febbraio 2019. Nessuna impreparazione, semmai una giustificata preoccupazione, visto che il commissariamento è diventato ormai una prassi e visto lo stato di predissesto in cui si trova da dicembre 2012 il Comune di Modica.
    Marcello Medica

  2. NESSUNA IMPREPARAZIONE, SEMMAI UNA IMPREPARAZIONE DELL’UFFICIO DI PRESIDENZA E UNA MIA GIUSTIFICATA PREOCCUPAZIONE!…
    Relativamente al mio intervento di oggi sul paventato commissariamento del Comune di Modica per non aver approvato in tempo utile il bilancio di previsione 2019-2021, mi è stato risposto, da ignoti, che sarei impreparato e non informato. Probabile che non sia a conoscenza di tutto, ma faccio presente che l’unica comunicazione ufficiale via PEC che, come consiglieri comunali, abbiamo ricevuto dall’Ufficio di Presidenza del Comune di Modica è stata quella dell’Assessorato Regionale delle Autonomie Locali, del 26 febbraio scorso, che parla chiaramente del differimento del termine al 28 febbraio 2019. Nessuna impreparazione quindi, semmai una impreparazione dell’Ufficio di Presidenza per aver fornito a tutti i consiglieri dati non aggiornati, e una mia giustificata preoccupazione, visto che il commissariamento è diventato ormai una prassi e visto lo stato di predissesto in cui si trova da dicembre 2012 il Comune di Modica.
    Marcello Medica

  3. L’impreparazione di un consigliere comunale del m5s è poca cosa rispetto all’impreparazione di molti ministri e dello stesso presidente del consiglio che ci stanno governando dello stesso movimento, purtroppo. E’ dovere dei cittadini onesti e di buona volontà che si rendono conto di tutto questo, cercare di limitare i danni che stanno facendo e faranno all’Italia. Solo lasciando motivazioni di antipatie personali o ideologiche sia di destra che di sinistra e ragionando con il buon senso e spiegando la necessità di evitare scontri con i nostri alleati europei e rispettando le regole condivise, con tanti sacrifici potremo in vent’anni risollevarci, considerati i tantissimi debiti inutili già contratti. Grazie e saluto, lasciate in pace il povero Medica, capirà dopo, ma capirà.

  4. Condivido l’intervento di Zulu. Ne destra ne sinistra, solo un auspicato buon senso potrebbe risollevarci dal baratro nel quale stiamo sprofondando. Ma quando ignoranza e presunzione si uniscono, la lotta diventa davvero dura !

  5. Nel merito ritengo corretta la giustificazione del Consigliere Marcello Medica. Se la Presidenza del Consiglio non comunica gli atti provenienti dalla Regione Sicilia, l’impreparazione è esclusivamente sua e di chi la rappresenta in Consiglio Comunale ossia della minioto. Per il resto dei commenti (‘zulu e Fabio) seppur mi trovano d’accordo non sono pertinenti con l’articolo.

  6. Ma guarda con quanto accanimento il signor zorro e l’ex bandito, a sostegno di “che vergogna”, si scagliano contro una bella opera dedicata alla Madonna Vasa Vasa dal maestro Di Pietro.

    Questi ha trovato naturale ispirazione in una persona speciale della sua vita che ha permesso di comporre un’opera speciale che ha poi lanciato quale INNO ALLA MADONNA VASA VASA, a cui ormai è dedicata da anni e ne è la colonna sonora dei suoi festeggiamenti.

    Sentire la GIOIOSA è come vedere la MADONNA VASA VASA.

    Ritengo incomprensibile e fuori luogo il tentativo di denigrazione da parte di chi conserva astio e rancore nel suo cuore, indipendentemente dal fatto che siano più di uno o la stessa persona.

    Inoltre, Modica oggi vive la presenza di due bande musicali e trovo che sia una cosa bellissima che arricchisce le opportunità culturali della stessa città; sta a noi tutti valorizzarle e non sprecare gli sforzi fatti, anzitutto, dai maestri delle due bande, ma soprattutto da tutti gli allievi e componenti delle bande cittadine.

    MODICA CRESCE: AD MAIORA

  7. A quanto pare l’amministrazione comunale di Modica preferisce non rispondere direttamente alle accuse mossegli da un consigliere dell’opposizione, ma lascia che sia la redazione di rtmonline a rispondere, alquanto inusuale ma efficace per ridicolizzare l’accusatore.

     

    Il consigliere grillino, infatti, forse è caduto in un errore banale ma significativo, errore che nulla toglie all’inezia ed all’incapacitò di questa amministrazione di procedere in linea con le esigenze della città,  dimostrando, bensì, di inseguire interessi politici in contrasto con il mandato elettorale che non può essere circoscritto alla sistemazione di rotatorie, all’asfaltare frettolosamente le strade, o soddisfare esigenze, sia pur legittime, di singoli ignorando totalmente il BENE COMUNE, che continua ad essere il GRANDE ASSENTE nell’azione amministrativa della giunta Abbate.

     

    La situazione economica dell’Ente continua ad essere una spada di Damocle che minaccia sia l’amministrazione che la città tutta, sulla quale graveranno pesantemente gli oneri per il risanamento.

    Il welfare, la scuola, la viabilità, il verde pubblico continuano ad essere novelle cenerentole

  8. Ci permetta di contraddirla o forse il suo post non è chiaro. Al consigliere comunale Medica non risponde questa Redazione(non ne avrebbe i titoli). Quello che Lei legge è una risposta del sindaco. Basta leggere attentamente il comunicato. Buona giornata

  9. Spett.le Redazione Rtm, il “dice il Sindaco Abbate” lo avete aggiunto dopo e posso dimostrarlo (carta canta). Diciamo che è imbarazzante anche emettere comunicati “calati dall’alto”.

  10. credo che l articolo sia stato modificato e quindi corretto in quanto prima non si evinceva a chi appartenesse il virgolettato . L avevo fatto notare in un mio precedente commento .

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

5 × 4 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.