Al Teatro Garibaldi di Modica il concorso “La Sicilia, danza Csen” con una giuria d’eccezione

0
870

Una giuria d’eccezione, una location spettacolare e un concorso che si annuncia come una delle iniziative più di richiamo degli ultimi tempi in provincia di Ragusa per la danza accademica. Sono questi gli ingredienti dell’appuntamento in programma il 23 marzo a Modica con “La Sicilia, Danza Csen” che, promosso dal comitato provinciale Csen, con il patrocinio del Comune, si terrà al teatro Garibaldi a partire dalle 9,15, per tutta la giornata. Per l’occasione saranno assegnate numerose borse di studio. L’ingresso alla manifestazione è gratuito. I giurati sono: Roberta Fontana per il moderno; Ilir Shaqiri per la sezione riservata alla danza classica; Leon Cino per il contemporaneo mentre special guest sarà Alberto Poti. “Un concorso – afferma il presidente provinciale Csen Ragusa, Sergio Cassisi – di sicuro impatto e, per il quale, prevediamo una consistente partecipazione. Tra l’altro, la grande novità deriverà dal fatto che il sistema elettronico di valutazione che, come Csen Danza Sicilia abbiamo sperimentato con successo per il mondo della danza sportiva, sarà utilizzato anche in questo ambito. Con delle ricadute molto interessanti ai fini pratici e con una trasparenza che sarà sinonimo di garanzia per tutti i partecipanti. I giurati saranno muniti di un tablet per assegnare il punteggio a ogni coreografia”. Per partecipare basta consultare il sito www.csenragusa.it dove sono inserite le relative informazioni. “Ringrazio il sindaco Ignazio Abbate e l’assessore allo Sport, Cultura, Turismo e Spettacolo Maria Monisteri Caschetto per il sostegno che ci stanno fornendo. E’ un sostegno, in qualche modo, indirizzato a tutto il mondo della danza. Ed è un aspetto che occorre mettere in evidenza. Così come è da sottolineare l’impegno e la disponibilità profusi dal sovrintendente del Garibaldi, Tonino Cannata. Abbiamo voluto preparare un evento – afferma ancora il presidente Cassisi – in cui tutti i particolari sono stati curati al meglio. Cercheremo di coinvolgere quante più Asd sarà possibile con il precipuo scopo di promuovere la disciplina della danza accademica attraverso manifestazioni del genere che esercitano un grande richiamo nei confronti del pubblico”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

tre + 16 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.