Comiso. Nasce il “comitato delle frazioni” per Pedalino e Quaglio

0
376

Nasce il “comitato delle frazioni” per Pedalino e Quaglio. Il Regolamento che istituisce e disciplina il comitato delle frazioni è stato già redatto e completato, per cui a breve sarà sottoposto, su proposta dell’assessore al decentramento, Manuela Pepi, alla volontà sovrana del consiglio comunale. “ Attraverso questo strumento Pedalino tornerà ad avere voce diretta sull’attività amministrativa e questo è essenziale per la crescita della frazione”. Dichiarazioni dell’Assessore al decentramento.
Approderà a breve in Consiglio Comunale la proposta di istituzione del “Comitato delle frazioni” di Pedalino e Quaglio.
“Da quando la Frazione di Pedalino ha perso il Consiglio Circoscrizionale – spiega Manuela Pepi – è stata privata di fatto di un organismo di partecipazione e di consultazione per l’attività amministrativa. E’ precisa volontà di questa Giunta Comunale – aggiunge l’assessore- coinvolgere attivamente nell’azione amministrativa la cittadinanza di Pedalino, unitamente agli abitanti della frazione di Quaglio, e poiché è facoltà di questa amministrazione comunale promuovere ed istituire organismi di partecipazione democratica all’attività amministrativa con le modalità previste espressamente dallo Statuto Comunale, si chiederà al Consiglio comunale di pronunciarsi su tale proposta. Poter dare voce diretta agli abitanti di Pedalino era uno degli obiettivi principali della mia azione amministrativa per cui, dopo diversi mesi di lavoro, sono orgogliosa di essere giunta a questo importante traguardo. Il Regolamento è completo; adesso spetterà al Consiglio Comunale compiere il passo più importante: rendere esecutivo un progetto nel quale ho creduto, sostenuta in modo particolare dal consigliere comunale Michele Assenza e dal dott. Tito Distefano, a cui devo un ringraziamento speciale; senza il loro prezioso aiuto non sarebbe stato semplice realizzare tutto ciò in pochi mesi di attività amministrativa. Il comitato – ancora la Pepi – sarà un organismo di partecipazione democratica essenziale: esso avrà il fine di sollecitare la partecipazione dei cittadini all’attività del Comune e potrà promuove indagini, verifiche e dibattiti sui problemi della comunità; potrà verificare l’efficacia delle attività e dei servizi di interesse nella zona; avrà compiti di consultazione e propulsione verso gli organi del Comune, con particolare riguardo agli atti di programmazione e pianificazione e potrà presentare istanze e petizioni. I criteri di individuazione dei quattro componenti ( oltre il Sindaco/assessore al decentramento) terrà conto delle preferenze ottenute dai candidati al consiglio comunale residenti nella frazione relativi all’ultima tornata elettorale amministrativa, in modo tale da garantire la più ampia partecipazione possibile, secondo le volontà espresse dagli elettori della frazione. Pedalino – conclude Manuela Pepi- attraverso tale strumento tornerà ad avere voce diretta sull’attività amministrativa e questo è essenziale per la crescita della frazione.”

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

1 × 2 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.