La “letteratura del viaggio” in terra iblea nell’opera “Ibleide: “memorie e sguardi” di Grazia Dormiente, presentata al Caffè Quasimodo di Modica

0
398

Lo scorso sabato il Caffè Letterario Quasimodo di Modica, dopo aver ricordato la figura del musicista e percussionista Giuseppe Coppola improvvisamente deceduto, e la cui ultima esibizione era avvenuta proprio nel circolo culturale modicano il 9 febbraio scorso, è stata presentata l’ultima pubblicazione di Grazia Dormiente, poetessa, scrittrice ed etnoantropologa, nonché personalità versatile ed eclettica che ha dato un contributo notevole alla crescita culturale del territorio ibleo con studi, convegni, mostre fotografiche e ricerche d’archivio, recuperando l’identità etnostorica delle città iblee e del loro patrimonio culturale.
“Ibleide: memorie e sguardi” è il titolo del saggio che è stato al centro della serata, moderata da Silvana Blandino, e introdotta da Mario Grasso, scrittore e Direttore editoriale della Casa editrice Prova d’Autore di Catania, che ne ha curato la prefazione, il quale ha sottolineato come “con questo nuovo e avvincente studio Grazia Dormiente offra al lettore puntuali istanze culturali per la salvaguardia di un mondo che rischia di essere cancellato dalla futura memoria”.
Domenico Pisana, Presidente del Caffè Letterario Quasimodo, ha tenuto con l’autrice una conversazione letteraria sul libro, che ha permesso al pubblico intervenuto di entrare nell’ interessante viaggio della Dormiente dentro la terra iblea, colta nelle sue dimensioni paesaggistiche ed antropologiche sotto lo sguardo dei grandi viaggiatori stranieri del XVIII secolo e fino a giungere agli storici del XIX secolo. L’autrice sa infatti affascinare con una scrittura che mette in risalto, con mirabili sintesi, tratti materiali ed immateriali che hanno modellato il paesaggio ibleo, nonché suggestioni ed emozioni scaturite da una terra che vuole continuare a trasmettere i suoi valori identitari alle future generazioni.
Elia Scionti e Carmelo Di Stefano, componenti del Caffè Letterario Quasimodo, hanno letto brani del volume, mentre intermezzi musicali, a cura del Duo “Rendo-Gurrieri” al clarinetto e alla chitarra, hanno arricchito l’evento. I due giovani musicisti hanno saputo coinvolgere i partecipanti con le loro esibizioni che hanno animato la serata, al termine della quale il Consorzio di Tutela del Cioccolato di Modica ha offerto agli intervenuti una degustazione di cioccolato.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

9 − 7 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.