Infrastrutture. “Confronto” chiede al Cas la sistemazione della Cassibile-Rosolini

Il tratto dell’ autostrada che da Cassibile porta a Rosolini, al servizio di tutto il territorio del sud-est siciliano comprendente buona parte delle province di Siracusa e di Ragusa, aperto al traffico nonostante le sue precarie condizioni , è sempre più pericoloso e va’ sistemato!
Questo , in sintesi il contenuto del documento approvato dal consiglio direttivo dell’associazione Confronto che, tornando ad occuparsi dei decennali ritardi più volte denunciati per la realizzazione del raddoppio della Ragusa-Catania e del completamento della Siracusa-Gela, si è soffermato sul predetto tratto autostradale (anche a seguito del sopralluogo effettuato da una delegazione dello stesso direttivo accompagnata da alcuni tecnici), che, soprattutto nella corsia cha va verso Rosolini, è reso particolarmente pericoloso dalle condizioni veramente precarie e, in alcuni punti , disastrosi dell’asfalto. Una condizione peraltro confermata da cartelli posti lungo le carreggiate per fissare i limiti di velocità giustificandoli espressamente proprio per la precarietà dell’asfalto e per sbalzi pericolosissimi che subiscono i mezzi in transito.
Col documento, trasmesso anche ai Parlamentari delle province di Ragusa e Siracusa ed ai Sindaci dei comuni più direttamente interessati (Modica, Scicli, Ispica e Pozzallo per la provincia di Ragusa e Cassibile, Avola, Noto, Rosolini, Pachino e Portopalo per la provincia di Siracusa) viene ancora una volta chiesto l’urgente e concreto intervento del CAS, Consorzio per le Autostrade Siciliane, per procedere alla sistemazione dell’importante arteria nell’interesse di un vastissimo comprensorio dove la dinamicità imprenditoriale e le spiccate potenzialità produttive e turistiche continuano ad essere negativamente condizionate dalle limitazioni imposte dalla inaccettabile condizione dei collegamenti e della viabilità . Il tutto tenendo conto che per le indicibili condizioni della ferrovia, tutta la movimentazione avviene su gommato
“Quello che si riscontra è paradossale – ha sottolineato Enzo Cavallo – Confidiamo in una decisa presa di posizioni da parte di tutti i rappresentanti politici ed istituzionali per la sistemazione di una strada di grande importanza molto transitata . La pericolosità dell’arteria, segnalata in maniera sicuramente insufficiente, non può essere ulteriormente ignorata o comunque sottovalutata. Io credo che se il CAS non interviene con la necessaria urgenza e concretezza, siano maturi i tempi per inchiodare chi è preposto a provvedere difronte alle responsabilità che ne conseguono. E attenzione – ha concluso Cavallo – non è solo un fatto di diritto e di sicurezza stradale: c’è di mezzo la dignità di un territorio che merita una diversa attenzione e di migliaia di cittadini e di contribuenti che rivendicano, a pieno titolo, maggiore rispetto”

guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
  • Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
Riproduci video
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI