Lorefice (M5S): Il Miur stanzia oltre 10 milioni e mezzo per adeguamento antincendio nelle scuole”

“Il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca ha dato il via libera al decreto con il quale vengono stanziati oltre 10,5 milioni di euro per l’adeguamento alla normativa antincendio degli edifici scolastici della Sicilia”. È quanto rende noto la deputata del MoVimento 5 Stelle Marialucia Lorefice, presidente della Commissione Affari Sociali della Camera dei deputati, che aggiunge: “Attraverso questi investimenti, il Governo vuole dare alle istituzioni scolastiche risposte attese da anni, avviando uno specifico Piano per l’antincendio.
La messa in sicurezza degli edifici scolastici -prosegue la presidente Lorefice- è fondamentale per garantire l’incolumità degli studenti, degli insegnanti e di tutto il personale scolastico. Dopo le politiche dei tagli lineari e del risparmio attuate dai precedenti governi, l’istruzione deve tornare al centro del nostro ‘sistema Paese’.
Le risorse previste nel decreto fanno parte di una prima tranche di fondi attraverso i quali ottenere la certificazione antincendio, cui faranno seguito altri investimenti. Gli Enti Locali che beneficeranno di queste risorse, secondo quanto previsto dal Miur, avranno 12 mesi di tempo per aggiudicare i lavori di adeguamento alla normativa antincendio e potranno richiedere subito, all’atto del finanziamento, l’anticipo del 20% dei fondi. Per realizzare una scuola davvero efficiente -conclude la Lorefice- non si può prescindere dagli stanziamenti nell’edilizia scolastica.”

guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
  • Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
Riproduci video
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI