Il Ragusa calcio vince con l’Acquedolcese Nebrodi in Coppa. Ma domenica arriva il Priolo in campionato

0
292

Era importante vincere, per fare morale, soprattutto dopo la sconfitta di domenica scorsa con lo Sporting Priolo. Sì, è vero, il risultato avrebbe potuto essere più rotondo. Ma ci accontentiamo. Saremo pronti nella gara di ritorno. Ora, però, pensiamo da subito al match di domenica. Perché sarà la partita più importante di tutto il campionato”. E’ il commento dell’allenatore del Ragusa Calcio, Filippo Raciti, dopo l’1-0 conquistato ieri dagli azzurri all’Aldo Campo di contrada Selvaggio nella gara di andata dei quarti di finale di Coppa Italia con l’Acquedolcese Nebrodi. A mettere a segno la rete, al 27’ della ripresa, il difensore Priola che, nelle fasi più delicate della stagione, si fa trovare sempre pronto. Eppure, gli azzurri avrebbero potuto essere più cinici, sotto porta. Nel primo tempo, Gargiulo, Passewe e Mogni hanno sbagliato tutta una serie di tiri praticamente a tu per tu con l’estremo difensore ospite. “Ma ci può anche stare – continua Raciti – quello che mi interessava di più era vedere di nuovo all’opera la squadra viva che conosciamo. Mi pare che chi è venuto al campo ha potuto apprezzare lo sforzo compiuto dai ragazzi. Gli errori sotto porta? Fanno parte del gioco. Cercheremo di diventare più spietati e di commettere meno defaillance”. Ora, il Ragusa si concentra in vista del prossimo impegno di campionato. Domenica 3 febbraio sarà di scena, nuovamente, all’Aldo Campo per ricevere la visita della Riccardo Garrone di Siracusa. Una squadra, quella aretusea, molto ostica e in grado, nelle ultime giornate, di fare risultato sempre e comunque. Così come è accaduto domenica scorsa sul campo di Enna. “Dovremo fare affidamento su tutte le energie nervose e fisiche di cui siamo capaci per spuntarla – prosegue Raciti – ma dopo quello che ho visto ieri sono convinto che sarà nostro compito cercare di fare valere il più possibile il fattore campo”. La partita prenderà il via alle 15. E, ancora una volta, la differenza potranno farla i sostenitori azzurri che, nelle occasioni importanti, fanno sentire sempre la loro voce. “Li ringraziamo anche – continua l’allenatore – per averci aiutato in occasione della gara di Coppa. Speriamo in un sostegno importante in vista di questo match di campionato che, lo ricordo, per noi assume una valenza particolare e che potrebbe risultare in qualche modo deciviso per il prosieguo della nostra stagione”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

quattro × due =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.