Ispica. Proficuo incontro con le organizzazioni sindacali degli inquilini e dei proprietari. Presto l’accordo e le agevolazioni fiscali.

0
480

Si è tenuto nella mattinata del 23 gennaio presso la Sala Giunta di Palazzo Bruno ad Ispica il primo incontro con le organizzazioni sindacali degli inquilini e dei proprietari.
Presenti il Sindaco Pierenzo Muraglie e il Presidente del Consiglio Comunale Giuseppe Roccuzzo, il segretario Provinciale del SUNIA CGIL Salvatore Ciranna, il Responsabile dell’APU Gaetano Martello e il Segretario dell’UNIAT UIL Michele Tasca.

Obiettivo di questo primo incontro è stato quello di verificare le condizioni affinchè anche ad Ispica, pur non rientrando tra i comuni ad alta tensione abitativa individuati dalla legge, possa essere sottoscritto l’Accordo Territoriale in attuazione della legge 431/1998 che disciplina i contratti di locazione ad uso abitativo a canone concordato e transitori.

In un clima cordiale e di collaborazione si è risaliti alla individuazione delle microzone così come individuate nella delibera consiliare del 1999, che rappresenta il punto di partenza per poter fissare i parametri dell’accordo stesso.

Abbiamo riscontrato positivamente la volontà del Comune di spingere verso la sottoscrizione dell’Accordo Terrritoriale – sottolinea Salvatore Ciranna Segretario Provinciale del SUNIA CGIL – siamo già al lavoro per raggiungere questo risultato in tempi brevi. Abbiamo anche ottenuto l’impegno di attenzionare maggiormente la condizione di chi vive in affitto o negli alloggi popolari affinchè si possano individuare forme di sostegno compatibili con la situazione finanziaria del Comune.

Soddisfazione è stata espressa anche dal Sindaco Pierenzo Muraglie e dal Presidente del Consiglio Comunale Giuseppe Roccuzzo: siamo certi che a breve ad Ispica sarà sottoscritto per la prima volta l’Accordo Territoriale che servirà a disciplinare al meglio il mercato delle locazioni abitative nel nostro territorio e soprattutto consentirà agli ispicesi di poter usufruire della riduzione dell’IMU e della TASI del 25 % proprio grazie alla azione che stiamo portando avanti.

La redazione di Radio R.T.M. non è responsabile di quanto espresso nei commenti. Il lettore che decide di commentare una notizia si assume la totale responsabilità di quanto scritto. In caso di controversie Radio R.T.M. comunicherà all'autorità giudiziaria che ne facesse richiesta, tutti i parametri di rete degli autori dei commenti.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

due × tre =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.