Calcio, Promozione. Il Modica con un gol di Kebbeh basta per battere un Priolo mai domo

0
662

Il Modica trova tre punti importanti nella calza della Befana. I “Tigrotti” con una gara giocata sottotono nella prima frazione e con grinta e carattere nella ripresa, infatti, hanno battuto di misura il roccioso Sporting Priolo che seppur in inferiorità numerica ha cercato di uscire indenne dal “Vincenzo Barone”

i rossoblù della Contea hanno iniziato il match in maniera moscia concedendo campo agli avversari, ma negli spogliatoi mister La Vaccara ha fatto la voce grossa e nel secondo tempo si sono presentati in campo con la giusta grinta e determinazione.

Pronti via e al 1′ lo Sporting Priolo prova a sorprendere Gianchino con un tiro dal limite di Spoto che finisce a lato.

Al 11′ punizione sul fronte sinistro di Spoto che pesca sul secondo palo Sottile che in semi rovesciata indirizza sul secondo palo con palla che esce di poco alla sinistra di Gianchino.

Il Modica si fa vedere in avanti al 40′ con un calcio piazzato dalla distanza di Kebbeh che Di Benedetto ben piazzato para facilmente.

Si va così al riposo con le reti inviolate.
Nel secondo tempo il Modica entra in campo con piglio diverso e l’inerzia della gara cambia. Tuttavia la prima occasione è per lo Sporting Priolo al 2′ quando Sottile crossa basso dalla sinistra, Gianchino anticipa Mongelli, ma non trattiene la sfera arriva a Busso che in equilibrio precario colpisce male e manda sul fondo.

Al 6′ sugli sviluppi di una mischia in area priolese, Kebbeh trova lo spazio per girarsi e tirare di prima intenzione all’altezza del dischetto, Di Benedetto in tuffo respinge a pugni chiusi.

Al 10′ ospiti in dieci per il doppio giallo rimediato da Laudani. Al 12′ Caccamo scatta sul filo del fuorigioco prova ad anticipare l’uscita bassa di Di Benedetto bravo a respingere con il corpo.

Al 15′ è lo Sporting Priolo pericolosissimo con Sottile che scatta sulla sinistra e “scarica” a rimorchio per l’accorrente Miranda il cu tiro a botta sicura si stampa sul palo.

Al 20′ Caccamo lavora un buon pallone sulla sinistra converge al centro e serve Incardona che entra in area e tira sul primo palo con Di Benedetto che con i piedi riesce ad alzare sulla traversa. Dal successivo angolo di Incardona Kebbeh stacca di testa e mette alle spalle del portiere avversario.

Il Modica insiste e al 30′ Caccamo dalla sinistra serve al limite Novello che non aggancia, dietro di lui è pronto Sammito per il tiro che finisce di poco a lato.

Lo Sporting Priolo non si arrende e cerca disperatamente il gol del pari, ma la difesa modicana è attenta e non corre più rischi. Al 52′ lo Sporting Priolo resta in nove per il doppio giallo sventolato dall’arbitro a Nania.

Dopo 9′ di recupero il direttore di gara decreta la fine del match con i rossoblu (oggi in maglia bianca) che vanno a far festa con i loro tifosi.

Questo il commento a fine gara del tecnico Calogero La Vaccara: “Sono soddisfatto per come abbiamo giocato nel secondo tempo, mentre nel primo siamo stati troppo mosci e non siamo riusciti a esprimerci come sappiamo. Nella ripresa ho visto una squadra molto motivata e che ha messo in campo la grinta giusta e necessaria per poter aver ragione dei nostri avversari che si sono dimostrati un osso molto duro. Ecco dobbiamo ripartire dal secondo tempo disputato oggi per continuare a scalare la classifica”.

MODICA CALCIO 1
SPORTING PRIOLO 0

MARCATORE: ST 21′ Kebbeh

Modica Calcio: Gianchino, Cassibba, Guastellini, Pitino, Blandino, Basile, Novello (ST 50′ Spadaro), Sammito, Caccamo (ST 42′ Adamo), Incardona, Kebbeh. A Disp: Giannì, Galfo, Pisana, Calvo, Jobarteh, Gugliotta, Denaro. All Calogero La Vaccara.

Sporting Priolo: Di Benedetto, Laudani, Bongiorno, Busso, Rossitto, Nania, D’Urso, Spoto, Mongelli, Sottile, Miranda (ST 36′ Zocco). A Disp: Incatasciato, Bonaventura, Sirugo, Di Pietro, Marino. All. Saro Monaca.

Arbitro: Alessio Marino di Acireale.
Assistenti: Cristina Lunelio e Dario Testaì di Catania.

Note: ST 10′ espulso Laudani, 52′ Nania entrambi per doppia ammonizione.

La redazione di Radio R.T.M. non è responsabile di quanto espresso nei commenti. Il lettore che decide di commentare una notizia si assume la totale responsabilità di quanto scritto. In caso di controversie Radio R.T.M. comunicherà all'autorità giudiziaria che ne facesse richiesta, tutti i parametri di rete degli autori dei commenti.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

quindici − 1 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.