Avvio procedure stabilizzazione di 57 figure professionali all’Asp Ragusa, la Cisl fp: “In linea con le nostre richieste”

0
796

La segreteria della Cisl Fp Ragusa Siracusa esprime soddisfazione per l’avvio delle procedure legate alla stabilizzazione di 57 figure professionali, così come risulta dalle comunicazioni ufficiali d’inizio anno del manager dell’azienda sanitaria provinciale, volute, grazie alla legge Madia, dalla direzione generale dell’Asp di Ragusa. “Un segnale importante – afferma il segretario generale Daniele Passanisi di concerto con il coordinamento Cisl Fp dell’Asp di Ragusa – anche perché assolutamente in linea con le richieste provenienti dalla nostra organizzazione sindacale che già da mesi aveva cercato di battere su questo tasto. E, finalmente, con il nuovo anno, si sono create le condizioni affinché ciò, nel pieno interesse dei lavoratori, si potesse concretizzare a supporto delle legittime aspettative degli operatori del comparto. Siamo lieti di poter rilevare che anche l’operato dell’attuale commissario straordinario risulti essere in continuità con il suo predecessore e a questi va il nostro apprezzamento in modo coerente con la linea tracciata in passato, ribadendo che, per quanto ci riguarda, il primario interesse da tutelare deve essere quello di dare la dovuta dignità agli operatori del comparto assicurando loro risposte efficaci. Diamo altresì il benvenuto al commissario straordinario dell’Asp di Ragusa, Angelo Aliquò, e siamo certi che anche con lui potremo avviare un proficuo dialogo e una collaborazione leale rispetto a cui ci diciamo disponibili sin da ora”.

La redazione di Radio R.T.M. non è responsabile di quanto espresso nei commenti. Il lettore che decide di commentare una notizia si assume la totale responsabilità di quanto scritto. In caso di controversie Radio R.T.M. comunicherà all'autorità giudiziaria che ne facesse richiesta, tutti i parametri di rete degli autori dei commenti.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

sei + 11 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.