Vittoria. Raccolta rifiuti, i commissari scelgono la stessa procedura adottata da Moscato. Vinciguerra: “Era uno dei motivi dello scioglimento ma adesso viene copiato dai commissari”

0
835

Qualche giorno fa con determina dirigenziale su disposizione dei commissari si è proceduto al prolungamento del rapporto con la ditta Tech per mezzo della ripetizione dei servizi analoghi per altri 12 mesi.
La medesima procedura era stata attuata dall’amministrazione Moscato in passato ed era stata duramente stigmatizzata dalla commissione prefettizia. “Per quanto stiamo vedendo – spiega il coordinatore cittadino di FdI, Alfredo Vinciguerra – non possiamo non notare come la triade dei commissari stia operando scelte del tutto uguali a quelle dell’amministrazione Moscato con l’unico distinguo che quest’ultima venne duramente additata all’interno della relazione di scioglimento.
Basti pensare alla conferma in blocco di tutti i dirigenti, per Moscato sinonimo di continuità e invece per i commissari sinonimo di professionalità, anche quelli selezionati durante la sindacatura Moscato. Adesso alla conferma dell’azienda di raccolta rifiuti – vincitrice di un regolarissimo bando di gara – per un altro anno con la ripetizione dei servizi analoghi.
La stessa identica procedura che per Salvini, Di Maio e per la prefettura significava “mafiosita’” perché adottata da Moscato e che adesso viene copiato dai commissari. Un vero e proprio paradosso. Quindi ricapitolando: l’amministrazione Moscato per la prima volta nella storia del Comune di Vittoria fa una gara pubblica per l’affidamento del servizio raccolta rifiuti prevedendo inoltre la differenziata e viene sciolta poiché opera la ripetizione dei servizi analoghi (procedura ampiamente prevista dal codice degli appalti) vista la impossibilità di stilare un bando settennale per la mancanza del piano Aro.
Questa amministrazione viene tacciata di cattive pratiche e poi viene sciolta. La commissione prefettizia adotta lo stesso atto amministrativo. E va tutto bene.
La relazione prefettizia ogni giorno viene contradetta dallo stesso lavoro dei commissari e dimostra quotidiamente la sua iniquita’ e si trasforma sempre più in un atto politico.
L’unico risultato ottenuto è stato quello di distruggere una città adducendo giustificazioni false e costruite ad hoc. Questa storia non finirà mai di sorprenderci ma ciò che sorprende di più è il conto che devono pagare i cittadini con una Vittoria che sta scivolando nel degrado e nell’incuria”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

5 × 5 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.