Vertenza Corfilac Ragusa. La Cisl Fp: “La regione destina la somma di 130.000 euro al consorzio ma occorre attendere l’approvazione decisiva dell’aula”

Vertenza Corfilac Ragusa, novità all’orizzonte. In sede di variazione di bilancio, la Giunta regionale ha approvato in favore del consorzio per la ricerca della filiera lattiero casearia la somma di 130.000 euro. Nelle prossime ore si saprà se la proposta dell’esecutivo troverà la definitiva approvazione dell’Aula. “Alla luce di questi impegni assunti e in via di concretizzazione da parte di Governo regionale e Ars – chiarisce il segretario generale della Cisl Fp, Daniele Passanisi – il presidente del Corfilac, Salvo Barbagallo, ha comunicato che farà slittare ulteriormente la data, prevista per domani, di avvio del part time, sino al 10 dicembre. Tutto ciò consentirà, nel frattempo, di acquisire la certezza del finanziamento e di revocare in via definitiva lo spauracchio della riduzione dell’orario di lavoro. Mettiamo in rilievo come il prof. Barbagallo, per venire incontro al personale dipendente, si sia assunto una ulteriore responsabilità. E, in ogni caso, le nostre previsioni, che risalgono a un paio di settimane fa, si stanno puntualmente verificando, a testimonianza dell’impegno preso dalla Cisl per far sì che questa vertenza possa essere chiusa una volta per tutte. Rimaniamo comunque vigili affinché i deputati regionali possano approvare questo provvedimento che diventa fondamentale per garantire la prosecuzione di attività al Corfilac anche in vista delle modifiche allo statuto”.

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI