Incidente stradale a Modica: un ferito: auto in fiamme al Polo Commerciale. Lavoro per la polizia municipale

Non mancano gli interventi per le pattuglie della polizia municipale di Modica che, sabato sera, hanno rilevato un incidente stradale e stamattina sono dovute intervenire per l’incendio di un’autovettura.
Sabato, intorno alle 19,30, si sono scontrate un’Alfa 145 e un’Alfa 156, condotte entrambe da due giovani del luogo, all’intersezione tra Corso Umberto e Piazzale Falcone Borsellino. Alla base dell’incidente una mancata precedenza. Nell’incidente è rimasta ferita una diciassettenne, S.S., che viaggiava sul secondo veicolo. E’ stata trasportata dal 118 al Pronto Soccorso, dove i medici l’hanno giudicata guaribile in 15 giorni. Sanzionato il conducente del veicolo che non aveva dato la precedenza nel momento in cui effettuava l’inversione di marcia.
Stamattina, una pattuglia della “Municipale”, nel corso del servizio di controllo del territorio, ha notato una Fiat Punto, all’intersezione tra Via Sacro Cuore e il Polo Commerciale, che era in fiamme. Allertati i vigili del fuoco, mentre nel frattempo, passava un automezzo dei carabinieri in servizio al Porto di Pozzallo, i cui militari hanno utilizzato con poca fortuna l’estintore in dotazione. L’arrivo dei pompieri non ha evitato la totale distruzione del mezzo. Il conducente, sentito dalla polizia municipale, ha dichiarato di avere udito l’allarme dell’impianto Gpl. Si è, quindi, fermato. Poco dopo ha rimesso in moto l’auto che ha preso fuoco, riuscendo comunque a mettersi in salvo.

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI