Vicenda doppi turni al “Verga” di Modica. Per Cavallino superficialità tra dirigente scolastico, Libero Consorzio e Sindaco

0
953

La vicenda riguardo il ricorso ai doppi turni all’Istituto Superiore Verga di Modica causa l’insufficienza di aule è stata l’oggetto dell’incontro che il Consigliere Comunale Tato Cavalino ha avuto con il commissario del Libero consorzio comunale di Ragusa, Salvatore Piazza. Il commissario, dichiara Cavallino, mi ha confermato di aver saputo da pochi giorni della situazione che doveva essere provvisoria ma visto come stanno le cose, non è detto, se non si trovano almeno 5 aule, che si possa protrarre per un lungo periodo. Avendo oggi più chiara tutta la vicenda sono convinto che con più comunicazione e meno superficialità non si sarebbe arrivati a creare disagi agli studenti e alle famiglie e mi spiego. Per il dirigente scolastico, con il quale ho parlato nel pomeriggio, il problema non si sarebbe dovuto presentare perché rafforzato da una delibera della giunta comunale dello scorso 21 giugno con la quale c’era l’impegno del comune a cedere, appena sarebbero stati disponibili, i locali del terzo piano dell’edificio di corso Umberto, ex scuola media Ciaceri, al Libero consorzio comunale che si era impegnato a sua volta a destinarli all’Istituto Verga al fine di allocare la nuova sezione coreutica del liceo musicale del Verga come richiesto dall’Assessorato regionale alla P.I per l’attivazione del nuovo indirizzo di studi. Considerato che il nuovo indirizzo ha preso il via da quest’anno scolastico e che la classe formata è solamente una, per il dirigente scolastico era sottinteso che, vista la deliberazione di giunta, avrebbe potuto usufruire dell’intero piano utilizzandolo in base alle esigenze della scuola. Di contro però il Comune, dal canto suo ad oggi, prosegue Cavallino, non ha mantenuto l’impegno della concessione a titolo gratuito di locali dell’ex scuola media Ciaceri. A mio avviso la superficialità e la mancanza di concertazione ha fatto il resto fino ad arrivare all’apertura dell’anno scolastico mettendo gli studenti di fronte ad una situazione disagevole. Il dirigente scolastico avrebbe dovuto porre il problema al Libero Consorzio Comunale già nel mese di febbraio, ad iscrizioni concluse, per evitare quanto sta accadendo adesso. Mi auguro che il Commissario Piazza riesca a far sedere tutti attorno un tavolo per trovare un’immediata soluzione, trovare 5 aule anche in altri Istituti di proprietà del libero consorzio, che possa evitare i disagi agli studenti alle loro famiglie e ai docenti.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

uno × tre =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.