Persi 1,2 milioni di euro di finanziamenti per due progetti. Medica (M5S Modica) chiede spiegazioni

0
1892

Presentata un’interrogazione consiliare dal consigliere comunale del Movimento 5 Stelle, Marcello Medica, riguardo alla non ammissione a finanziamento di 2 progetti, per un importo totale di quasi 1,2 milioni di euro, relativi al PO FESR SICILIA 2014-2020, Avviso Azione 9.6.6. “La Regione Sicilia, nell’Aprile del 2017 – spiega l’esponente grillino – dava la possibilità anche al Comune di Modica di presentare progetti per “Interventi di recupero funzionale e riuso di vecchi immobili di proprietà pubblica in collegamento con attività di animazione sociale e partecipazione collettiva, inclusi interventi per il riuso e la rifunzionalizzazione dei beni confiscati alle mafie”.
Il Comune di Modica, quattro mesi dopo ha aderito a tale misura di finanziamento attraverso la presentazione di due progetti, di cui uno riguardante la riqualificazione della villa comunale di via Silla e dei relativi arredi anche al fine di migliorarne la fruizione in termini di sicurezza, per un
importo totale dell’operazione di 599.143,18 euro, e un altro riguardante la riqualificazione dell’ area a verde del lungomare di Marina di Modica, per un importo totale dell’operazione di 577.099,20 euro.
“I due progetti, purtroppo, non sono stati ammessi a finanziamento. Il primo per aver riportato un punteggio inferiore a 60(23) quando, invece, il primo dicembre 2017, l’allora vice sindaco, Giorgio Linguanti, aveva dichiarato che “il progetto di riqualificazione dell’area era arrivato in 26^ posizione sui 33 ammessi a finanziamento”. Il secondo progetto, relativo al lungomare di Marina di Modica, in quanto, il Comune di Modica è risultato inadempiente agli obblighi di monitoraggio al 31 dicembre 2017, nonostante la nota del 20 marzo scorso ricevuta per Pec dalla Regione Siciliana e che concedeva, all’Ente di Palazzo San Domenico, 10 giorni lavorativi a pena esclusione dalla graduatoria definitiva e dall’ammissione al finanziamento, per adempiere gli obblighi di monitoraggio fisico, finanziario e procedurale”. Medica evidenzia che, se i progetti fossero stati ammessi a finanziamento, oltre ad apportare benefici all’intera collettività modicana e non solo, in termini di miglioramento della qualità della vita e dell’immagine di cura e decoro urbano della città, avrebbero sicuramento garantito delle concrete possibilità occupazionali a personale delle ditte appaltatrici delle opere di riqualificazione e rifunzionalizzazione da espletare su entrambi i siti.
Il consigliere pentastellato chiede spiegazioni all’amministrazione comunale sulla mancata ammissione a finanziamento di entrambi i progetti e come adesso s’intende procedere, sia per il recupero e la valorizzazione della villa comunale di via Silla, ad oggi ancora chiusa e abbandonata, sia per la riqualificazione della triste area a verde del lungomare di Marina di Modica.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

4 × due =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.