Rsu della Igm Rifiuti industriali. A Modica proclamato lo stato di agitazione

La rappresentanza Sindacale Unitaria IGM Rifiuti Industriali S.r.l unità produttiva di Modica mette in evidenza i notevoli ritardi nel pagamento delle retribuzioni che ad oggi si sommano in saldo mensilità di maggio, mensilità di giugno, quattordicesima mensilità e tra pochi giorni maturerà anche la retribuzione di luglio. A questo vanno calcolati gli arretrati contrattuali vincolati dall’azienda alla fattura da parte della
committenza relativa al mese di dicembre 2016.
E’ quanto è scritto in una nota congiunta e inviata all’ IGM Rifiuti Industriali Srl, all’ IGM Rifiuti Industriali Srl con sede a Modica, al Prefetto di Ragusa, al Sindaco di Modica e per conoscenza alla Commissione di Garanzia Roma
Nella missiva a firma di F.P.CGIL, CISL FP,UIL FPL si legge tra l’altro:” Ad oggi non vi è nulla di definito e certo sul recupero delle somme e tutta questa sofferenza e instabilità economica sta sfociando in un forte malumore dei lavoratori.
Alla luce di quanto sopra riteniamo fondamentale un intervento di sua Eccellenza il Prefetto di Ragusa con un tavolo conciliativo e congiunto tra le parti, a evitare il protrarsi di un rimpallo di responsabilità che si riscontra tra il Sindaco di Modica e la IGM Rifiuti Industriali S.r.l., al fine di risolvere questa problematica che sta diventando sempre più pesante e onerosa per i lavoratori.
Nelle more si proclama lo stato di agitazione nel tentativo di conciliazione e successive modificazioni e dell’Accordo nazionale di settore del 1 marzo 2001”.

guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
  • Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
Riproduci video
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI