Nuovo Ccn. La Cisl Fp ha tenuto a Ragusa un corso per dirigenti sindacali. Ecco quali le novità

0
854

“La mission della Cisl per il futuro è quella di migliorare la qualità della vita e il benessere dei dipendenti e, nel frattempo, la salute dell’organizzazione. Lo stiamo facendo sforzandoci di far inserire all’interno dei contratti integrativi, che andremo a discutere in ogni singolo ente, un insieme di benefit e prestazioni finalizzati a superare la componente meramente monetaria della retribuzione al fine di sostenere il reddito dei dipendenti e migliorare la vita privata e lavorativa”. Lo ha detto il segretario generale della Cisl Fp Ragusa Siracusa, Daniele Passanisi, aprendo a Ragusa il corso di formazione, tenutosi nella sede dell’Ust, rivolto ai dirigenti sindacali. Un corso mirato a formare gli stessi in occasione dei recenti rinnovi contrattuali ma soprattutto teso ad analizzare i punti di forza e i punti di caduta del nuovo Ccnl, così come recitava l’oggetto dell’iniziativa. A quest’ultima hanno partecipato Luigi Dominici, responsabile formazione Cisl Fp Sicilia mentre la relazione è stata affidata a Giuseppe Puzzo, ragioniere capo e responsabile del personale dei Comuni di Palazzolo Acreide e Ferla. “Una delle novità più importanti, che ci vedrà costretti ad un repentino cambio di passo – ha sottolineato Passanisi – è sicuramente quello del welfare aziendale introdotto con l’articolo 72. Uno strumento contrattuale che si pone come una vera e propria rivoluzione culturale poiché da fenomeno di nicchia presente in poche aziende illuminate, è diventato un istituto fondamentale del nostro sistema sociale, con il quale enti del settore pubblico sono e saranno sempre più chiamati a misurarsi. Penso ad esempio all’assistenza sanitaria integrativa, alla tutela pensionistica complementare, agli incentivi alla mobilità che prevedono il pagamento dei biglietti e degli abbonamenti del trasporto pubblico, ai servizi ricreativi culturali e sportivi, alle forme di sostegno al potere d’acquisto dei lavoratori in forma non retributiva come mense, ticket-restaurant, spacci aziendali, polizze infortuni extraprofessionali, alle convenzioni con negozi e/o buoni acquisto, e così via dicendo. Aspetti che meritano di essere scandagliati. Stiamo portando a conoscenza dei nostri dirigenti tutte le novità del Ccnl al fine di poter contrattare il salario accessorio dei dipendenti ma, soprattutto, discutere e sottoscrivere il contratto integrativo in ogni singolo ente con le nuove regole. Siamo certi che questa sia la strada migliore per far sì che la Cisl Fp possa assolvere al meglio il ruolo di sindacato di prossimità”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

19 − diciotto =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.