ForteLibro a Modica. Cala il sipario sull’evento. Vince il libro e il suo messaggio. Ficili: ”Una libreria dinamica aperta a tutti”

0
619

“Possiamo affermare che anche Modica ha il suo festival letterario. Certo c’è l’esigenza di crescere, mettere a punto tante cose e l’esperienza ci sarà di aiuto per valutare su ciò che dobbiamo migliorare.
Forte Libro Festival è due cose insieme ovvero incontri con gli scrittori ma anche una fiera del libro. Nei fatti si tratta di una grande, aperta libreria dinamica fatta di opere e di autori aperta a tutti.”
E’ questa il commento di Piera Ficili, amministratrice di Mondadori Book Store di Modica alla chiusura della seconda edizione di Forte Libro Festival che ha ospitato diciannove autori; undici tra giornalisti e intellettuali impegnati nelle conversazioni con gli scrittori. E poi ancora nell’Isola dei Libri presenti quindici editori siciliani, sistemati in appositi spazi e quattro librerie.
Intensa l’attività di confronto e di dialogo tra gli autori siciliani e presentatori dei libri nell’area riservata agli incontri nei tre giorni del festival dove si sono svolte sedici presentazioni.
Vivaci e partecipati dai bambini i laboratori di scrittura e di lettura nel corner dedicato all’Isola dei Ragazzi. Esercizi di pratica e d’immaginazione su racconti da parte di docenti specializzati del settore e che ha visto la partecipazione di numerosi bambini della città.
Forte Libro festival ha portato gli autori nelle scuole: Nadia Terranova, giornalista e scrittrice di racconti per ragazzi si è intrattenuta all’Istituto “Giovanni Falcone” e successivamente nel plesso Santa Marta. Alessio Giannone in arte Pinuccio, l’inviato di Striscia la Notizia ha illustrato il suo “Trump advisor: Donald e Pinuccio in viaggio per il Sud d’Italia”. Una storia esilarante che ha coinvolto in maniera attiva gli studenti dell’Istituto Tecnico “Archimede” .
Il festival ha anche riservato una sessione dei lavori ai due Nobel siciliani, Salvatore Quasimodo e Luigi Pirandello con recita di poesie e un filmato di Raitecke sul poeta nato a Modica.
“ Quando si parla di cultura- commenta Marco Sammito addetto stampa e gestore dell’organizzazione generale dell’evento- il risultato è sempre e comunque positivo.
Crediamo di avere determinato tutte le condizioni, a cominciare dal gradimento del pubblico e degli operatori dell’informazione, per potere insistere su questo percorso migliorando aspetti che vanno organizzati e promossi meglio pur mantenendo integro il contenitore di Forte Libro Festival.
Registriamo una reazione positiva del tessuto ricettivo, imprenditoriale e istituzionale della città che ringraziamo di vero cuore e che ha sostenuto l’evento convinto che Modica può e deve consolidare la vocazione ad un turismo culturale che è una delle chiavi di sviluppo socio economico della città. Bisogna crederci e continuare su questa strada, ognuno per la propria parte”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

dodici − otto =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.