Numeri da urlo domenica scorsa al Palaminardi di Ragusa per la gara del secondo circuito interprovinciale Csen

0
823

Oltre mille atleti si sono dati battaglia, domenica scorsa, al Palaminardi di contrada Selvaggio a Ragusa per la seconda competizione del circuito interprovinciale a punteggio Csen. L’iniziativa sportiva promossa dall’Asd Calor Latino e dall’Asd Swing Dance ha fatto registrare numeri sensazionali, con partecipanti provenienti da ogni zona della Sicilia. Gli atleti si sono misurati per la seconda e terza tappa di circuito Csen, gara amatoriale di danza sportiva. Il Palaminardi si è presentato pieno in ogni ordine di posto, come forse non succedeva da tempo. Una bella soddisfazione per i promotori dell’appuntamento a cominciare dal presidente provinciale Csen Ragusa, Sergio Cassisi, che ha parlato di “piena riuscita della kermesse grazie a una squadra collaudata che riesce a dare risposte in tutte le direzioni. E, soprattutto, per quanto riguarda la danza sportiva stiamo continuando a fare registrare numeri molto sorprendenti”. Queste le discipline ammesse alle varie performance: liscio unificato, ballo da sala, danze standard, danze latino americane, danze caraibiche. Le classi sono state: C1 (3 balli), C2 (2 balli), C3 (1 ballo). Ci sono state anche le competizioni nelle seguenti discipline: duo synchro lati di specialità, duo synchro a tema, danze artistiche. Alla fine premi per tutti i migliori. A curare l’evento Raffaele Furnaro, coordinatore regionale Csen danza sportiva, Salvatore Massari, responsabile regionale Csen danza sportiva e Rocco Romano, presidente dell’Asd Calor Latino. Anche Giovanni Di Caro, consigliere provinciale Csen, ha fornito la propria proficua collaborazione all’organizzazione dell’evento così come Eliana Curiali responsabile provinciale danza sportiva per conto dell’ente di promozione. Era presente anche il presidente regionale Csen Sicilia Maurizio Agricola che non ha potuto fare a meno di sottolineare come “ogni qualvolta si organizzano iniziative del genere nel Ragusano le risposte sono davvero eccezionali. E degne della massima considerazione. Ecco perché vengo sempre con piacere da queste parti ogni qualvolta mi invitano perché ho la possibilità di vedere applicate al meglio e con risultati molto proficui i principi fondanti del nostro ente”. E Cassisi prosegue: “E’ stato un grande momento di confronto dedicato alla danza sportiva del nostro territorio in cui abbiamo cercato di coinvolgere le scuole non solo della provincia. Abbiamo avuto risposte di un certo tipo che davvero ci fanno ben sperare in vista del futuro. C’è stata la competizione, è vero, ma soprattutto la voglia di migliorarsi per fare crescere il movimento della danza sportiva nella nostra provincia e anche oltre”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

due × 1 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.