Unitre Modica: Rosatellum al centro di un incontro presso la Fondazione Grimaldi

Su iniziativa della locale sede dell’Unitre si è tenuto a Modica, presso la sala riunioni della Fondazione Grimaldi, un incontro tanto interessante quanto partecipato, nel corso del quale è stato illustrato, chiarito e commentato il nuovo sistema elettorale in vista del voto del prossimo 4 marzo per il rinnovo del Parlamento Nazionale. Dopo il saluto e l’intervento introduttivo del presidente Rinaldo Stracquadanio, Francesco Raniolo, Direttore del Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali dell’Università della Calabria ha relazionato sul tema “Dimmi come voti e ti dirò che democrazia hai: l’Italia al tempo del rosatellum”. Nel suo intervento, particolarmente seguito, il relatore, riferendosi al nostro Paese ma anche alla Grecia, alla Spagna, alla Germania al Portogallo, e non solo, ha sottolineato come in Europa ci si trova difronte a “democrazie parecchio complicate” che condizionano la stabilità dei rispettivi governi. Ha evidenziato quindi la particolarità dell’Italia, non solo in ordine alla durata media degli esecutivi ma anche per il fatto che, negli ultimi venticinque anni, si sono avute ben sei leggi elettorali (proporzionale, matterellum, porcellum, consultellum, Italicum e rosatellum) che, una dopo l’altra, hanno ridimensionato sempre di più quei “principi di democrazia diretta“ attraverso i quali dovrebbero affermarsi la volontà e le scelte degli elettori. Riferendosi poi alla nuova legge elettorale ha chiarito come tale legge è, nel contempo, semplice (all’elettore basta segnare una sola “X”, per ognuna delle camere, per esprimere il proprio voto), necessaria (dopo il pronunciamento della Corte Costituzionale e visto l’esito del referendum, l’Italia era rimasta senza una legge elettorale valida per le due camere), complicata (per il modo come si dovrà procedere per l’assegnazione dei seggi), incerta (perché dal voto è assai difficile che possa venir fuori un Governo , tanto che non è da escludere un ritorno alle urne oppure o la formazione di un esecutivo “del Presidente” o “tecnico”). Raniolo si è quindi soffermato sui principali sistemi elettorali (uninominale maggioritario, proporzionale con preferenza, proporzionale con lista bloccata, ecc) precisando che quello italiano, regolato dal rosatellum, è un sistema misto in forza del quale i seggi saranno assegnati per due terzi col proporzionale ed il resto col maggioritario tenendo conto anche degli sbarramenti (3% per i partiti e 10% per le coalizioni) e del fatto che non è previsto il voto disgiunto. Alla relazione è seguito un ampio ed interessante dibattito nel corso del quale sono stati ulteriormente chiariti i diversi dei punti che caratterizzano la legge illustrata. I lavori sono stati conclusi dal presidente Stracquadanio che, a nome dell’Unitre di Modica, ha ringraziato Raniolo per la disponibilità e per la relazione, Salvatore Burrafato , presidente dell’Unitre di Ragusa per avere accolto l’invito ad essere presente, oltre che i partecipanti all’incontro ed, in particolare, coloro che coi loro interventi ed i loro quesiti hanno contribuito a qualificare la riunione e a raggiungere gli scopi prefissati per una sufficiente conoscenza della legge che sarà applicata in occasone dell’ormai imminente appuntamento elettorale.

guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
  • Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
Riproduci video
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI