Cerca
Close this search box.

I versi di Tesfalidet decantati al Cimitero di Modica

Tempo di lettura: 2 minuti

Al  cimitero di Modica sono stati “decantati”   i versi trovati nelle tasche di Tesfalidet Tesfom, il migrante eritreo arrivato a Pozzallo sulla nave spagnola Proactiva della ong Open Arms  il  12 marzo 2018   insieme ad altri 92 migranti. Le due poesie erano all’interno del  portafogli,  scritte in tigrino e oggi presenti in alcune antologie poetiche per le scuole.  Tesfo è stato accostato dalla Treccani ai grandi poeti del Mediterraneo, in un percorso da Omero a Kavafis.

Il mare un tempo culla di civiltà e oggi mare di morte ha restituito questa storia. Le poesie leggermente bagnate al momento del ritrovamento, ma ben piegate, avevano viaggiato con Tesfalidet dalla Libia dove era stato prigioniero in uno dei più orribili campi di detenzione, Bani Walid.

531083
© Riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Scroll to Top