Cerca
Close this search box.

Cerimonia in Prefettura per il “Giorno del Ricordo ”

Tempo di lettura: 2 minuti

Il prossimo 9 febbraio nei Saloni di rappresentanza della Prefettura, si svolgerà la consueta cerimonia commemorativa il “Giorno del ricordo”, in memoria delle vittime delle foibe dell’esodo giuliano – dalmata. La ricorrenza è stata istituita con legge 30 marzo 2004 n. 92, per «conservare e rinnovare la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell’esodo dalle loro terre degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra e della più complessa vicenda del confine orientale». La data stabilita dalla legge per la commemorazione è il giorno in cui, nel 1947, furono firmati i trattati di pace di Parigi che modificarono i confini tra l’Italia e la ex Jugoslavia, privando così il nostro Paese di quelle terre che geograficamente e culturalmente ne facevano parte». L’evento, promosso dal Prefetto Giuseppe Ranieri nella consapevolezza dell’importanza di coinvolgere soprattutto i giovani, invitandoli a riflettere su eventi tragici della nostra storia, rendendo onore alle vittime ed esprimendo vicinanza ai sopravvissuti e alle loro famiglie. Un’occasione – quella del 9 febbraio – per divulgare la conoscenza verso quelle vicende che hanno coinvolto ampie parti di territorio e di popolazione, con implicazioni economiche, sociali e, soprattutto umane. Alla cerimonia sono invitati a partecipare: il Vescovo della Diocesi di Ragusa, l’intera  Deputazione Regionale e Nazionale rappresentativa di questo territorio, il Procuratore della Repubblica, i vertici provinciali delle Forze dell’Ordine, il Sindaco di Ragusa, il Commissario del Libero Consorzio, il Comandante della Capitaneria di porto di Pozzallo, il Comandante Provinciale dei Vigili del Fuoco e il Presidente del Tribunale.

All’iniziativa parteciperanno gli studenti ed una rappresentanza di insegnanti del  Liceo Musicale Statale “G.Verga” di Modica,  dal momento che è importante, oggi, rivolgere il nostro pensiero alle nuove generazioni giacché  l’obiettivo è, così come quello della Legge che ha istituito questa giornata, di tramandare nella memoria, nel ricordo, una tragedia che è di tutto il popolo italiano. Al termine della cerimonia, organizzata in collaborazione con il Comune di Ragusa, seguirà un momento commemorativo dinanzi la lapide dedicata “Ai martiri delle Foibe e agli esuli di Istria, Fiume e Dalmazia” seguita dalle note del “Silenzio”.

528292
© Riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Scroll to Top