Cerca
Close this search box.

Settimo risultato utile di fila per il Ragusa che batte Gioiese

Tempo di lettura: 2 minuti

E’ un Ragusa calcio settebellezze quello che si appresta a vivere il periodo natalizio in assoluta armonia e serenità. Ieri, per l’appunto, è arrivato il settimo risultato utile di fila, con un convincente successo ai danni dell’ultima in classifica, la Gioiese. Facile, dirà qualcuno. E invece no, perché ogni squadra, in questo girone I del campionato di Serie D, mette in campo il massimo della determinazione per riuscire a raggiungere il proprio obiettivo, anche se si tratta dell’ultima della classe. E così è accaduto ieri a Palmi con le aquile azzurre che hanno dovuto sudare le proverbiali sette camicie per avere ragione dell’avversario. Che, prima di capitolare, è riuscito pure a incutere un certo timore agli ospiti con un calcio di rigore che il sempre più sorprendente Freddi è riuscito a parare. Da quel momento in poi le aquile hanno preso in mano le redini del gioco e sono riusciti a sboccarla con Tuccio nel primo tempo e poi nella ripresa il raddoppio con Romano e, dopo le distanze dimezzate da Benkhalqui, ci hanno pensato Ejjaki e Vitelli a mettere in cassaforte il risultato. “Siamo contenti, oltre che per il risultato – commenta mister Giovanni Ignoffo – per come sta proseguendo questo percorso di crescita. Lo staff lavora in maniera indefessa dallo scorso 24 luglio e, dopo una serie di incertezze iniziali, almeno per quanto riguarda i risultati perché sulle prestazioni non ci sono mai stati dubbi, adesso stiamo acquisendo quella continuità che ci mancava. E’ chiaro che vincere aiuta a vincere e i ragazzi diventano sempre più consapevoli delle loro capacità. Questo non significa che ci siano partite facili. Anche quella di ieri, con la Gioiese, non è stata semplice. A cominciare dai fattori climatici che hanno condizionato non poco il rendimento di tutto il gruppo. C’era molto vento ed era difficile palleggiare. Poi i ragazzi, dopo le prime difficoltà, hanno trovato gli equilibri giusti ed hanno fatto cose pure buone e positive. E’ una squadra che sta uscendo fuori alla distanza, un gruppo di calciatori che vuole mettere in luce sempre di più le proprie capacità. E devo dire che le risposte non mancano. Perché è uscito Guerriero nel primo tempo? Ha subito uno scontro fortuito di gioco con una botta in testa che ha compromesso l’arcata sopraciliare a causa di una ferita. Le sue condizioni sono in fase di valutazione”. A questo punto, il pubblico di fede azzurra non ha più alibi ed è chiamato a tifare in massa in vista del match di domenica che si giocherà in casa con il Città di Sant’Agata. “Diciamo – ancora Ignoffo – che ci stiamo sforzando di creare tutte le condizioni affinché si risvegli un certo entusiasmo in città. Noi stiamo facendo la nostra parte. Speriamo che i tifosi rispondano con una presenza sempre maggiore allo stadio. Per noi sarebbe importante”.

524239
© Riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Scroll to Top