Cerca
Close this search box.

Droga nel Comprensorio di Modica. Chiesti 47 anni di carcere

Tempo di lettura: 2 minuti

La pubblica accusa ha chiesto condanne per complessivi 47 anni, per i sette imputati (sei tunisini ed un marocchino), comparsi davanti  al Collegio Penale del Tribunale di Ragusa (presidente Vincenzo Panebianco, a latere Elio Manenti e Maria Rabini), per rispondere di spaccio di hashish, marijuana, cocaina e eroina. Il pubblico ministero, Ottavia Polipo, ha, infatti,  la condanna a nove anni e 90.000 euro di multa per Adhem Ben Slama (a cui è contestata anche una estorsione); otto anni e quindici giorni di carcere e 40 mila euro per Habib Ben Slama 43enne. Per Karim Slouma, 29enne,  Saddam Mejri, 32enne, e  Taha Boulati, 42enne, il piemme chiesto otto anni, cinque giorni e 37.000 euro ciascuno; per Samer Helek, 43 anni, l’accusa ha chiesto tre anni e mesi e 8.000 euro; per il quarantenne Cherkaoui Karkaba, unico marocchino, due anni e quindici giorni di reclusione e 5.400 euro di multa. L’indagine aveva stabilito che la piazza principale di spaccio era Modica ma gli imputati operavano anche a Scicli, Pozzallo e Santa Croce Camerina.  Le arringhe del collegio difensivo composto dagli avvocati Simona Cultrera, Massimo Garofalo e Giovanni Favaccio (nella foto) sono in programma  il prossimo 26 gennaio. L’estorsione contestata si riferisce al fatto che Adhem Ben Slama avrebbe ricevuto il 3 novembre 2013 a Modica un computer in “pegno” in cambio della droga e per riconsegnarli avrebbe chiesto un’ulteriore somma di denaro. I fatti oggetto delle contestazioni risalgono alla fine del 2013.  

524033
© Riproduzione riservata

3 commenti su “Droga nel Comprensorio di Modica. Chiesti 47 anni di carcere”

  1. Colombo & Derrich

    Nel paese dei balocchi o nell’eldorado degli extracomunitari o forse nel far West o in una realtà più inverosimile di un sogno si potrebbe tentare la fortuna diversamente , che nell’Italia patria del diritto e dei difensori del diritto , più che del diritto dei soldi . Nella nostra Italia è più consigliabile giocare alla lotteria.

  2. Tutti nomi che non sembrano italiani ! Mah!! La concorrenza straniera oggigiorno è in ogni campo , con le leggi della domanda e dell’offerta.

  3. Ma i musulmani non possono bere alcolici , figuriamoci altro , ma già qui c’erano gli italiani e non solo .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Scroll to Top