Cerca
Close this search box.

Autostrada Modica-Scicli: mancano soldi e progetti definitivi

Tempo di lettura: 2 minuti

Mancano i soldi per il completamento fino a Scicli e non sono ancora definiti i progetti esecutivi fino a Ragusa, per non parlare poi del tratto fino a Gela. A voler essere per forza cattivi, potremmo iniziare in questo modo l’articolo per l’inaugurazione dello svincolo del lotto Ispica-Modica della Siracusa-Gela. Ma la vicinanza al Santo Natale e la bontà che, soprattutto, colpisce anche la categoria di coloro che scrivono per quotidiani e siti internet fa sì che oggi ci dedicheremo a quello che abbiamo visto e annotato nei nostri block-notes. L’apertura dello svincolo è uno snodo fondamentale per due semplicissimi motivi: primo, il miglioramento della viabilità fino alla città della Contea, la quale non sarà la sola a beneficiarne ma anche tutte le frazioni rivierasche che, da Marina di Modica in poi, saranno tutte facilmente raggiungibili in tempi relativamente brevi. Secondo, il fatto di non dover spendere più soldi pubblici in quanto, per avere un tratto di strada di pochi chilometri, sono trascorsi ben nove anni, con i vari “tira e molla” fra la ditta di costruzione e la Regione Sicilia, sempre alla ricerca di nuovi fondi per realizzare l’opera. Ci sarebbe anche un terzo motivo, “a margine”, che riguarda coloro che commentavano sui socials, dicendo peste e corna sull’inaugurazione, sui presunti spostamenti dell’inaugurazione, sui politici che dibattevano sui presunti spostamenti dell’inaugurazione, che al mercato mio padre comprò.
Ora che si sono calmate le acque, finiti i temporali e placati gli animi dei più facinorosi, è lecito aspettarsi che ci venga comunicata la data di inaugurazione del tratto fino a Scicli. Perché siamo stanchi di aspettare. Perché altrove hanno costruito ponti e autostrade nel giro di dodici mesi. Perché sembra strano, ma dobbiamo dire grazie a chi oggi festeggia questo importante traguardo, al di là del colore politico.
Ad Ispica fu Musumeci a tagliare il nastro, a Modica Schifani, e fra dieci anni? Chi taglierà il nastro del lotto fino alla città del commissario Montalbano? E adesso volete troppo, cari lettori. Ci vediamo nel dicembre del 2033. Qualora lo vogliate, potete incominciare già da domani a dire peste e corna di tutti, il commento è gratuito.

© Riproduzione riservata
Subscribe
Notificami
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

24 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Scroll to Top