Cerca
Close this search box.

Firrincieli(M5S Ragusa): Partiti e Movimenti civici, nessuno scandalo ma al bando l’ipocrisia politica”

Tempo di lettura: 2 minuti

“Bando all’ipocrisia politica. Nessuno scandalo. Ma, per favore, non dite che non lo sapevate. Che alcuni contenitori ammantati di civismo avessero al proprio interno figure, alcune delle quali poi elette, che si ricollegavano a precisi partiti politici e, nello specifico, alla Dc di Cuffaro, era noto a tutti, dai rappresentanti di quella che sarebbe diventata la nuova maggioranza a quelli delle opposizioni. Quindi, non ci si venga a raccontare di fiabeschi quanto improbabili cambiamenti in corso d’opera. La gente ha scelto l’attuale maggioranza sapendo anche chi c’era dietro. Nessuno racconti storielle perché, come dicono a Napoli, “ca nisciuno è fesso”. E ci mancherebbe altro”.

Lo ha detto ieri sera in Consiglio comunale a Ragusa il capogruppo del Movimento Cinque Stelle, Sergio Firrincieli, facendo riferimento alle fibrillazioni politiche interne alla maggioranza, come sollevate dal rappresentante in aula di Cateno De Luca e non solo. “Non ci si può dire, come fatto dagli amici di Ragusa Prossima – continua Firrincieli – che nessuno sapeva. Perché non è così. E neppure si può parlare di cambiamenti in corso d’opera considerando che, in realtà, gli stessi non si sono mai verificati visto che siamo partiti con le aggregazioni tuttora cristallizzate, conoscendo benissimo a che cosa si stesse andando incontro. Ci sembra di rivivere lo stesso clima del 2018 quando, durante i primi mesi della Giunta Cassì, l’assessore Salamone fu costretta a dimettersi per lasciare spazio a Ciccio Barone che era stato uno dei principali artefici della campagna elettorale del sindaco. Una circostanza di fatto sempre circolata negli ambienti di palazzo dell’Aquila, abilmente occultata, salvo poi legittimarla con un ingresso in Giunta. Ribadisco: nessuno scandalo. Ma occorre parlare chiaro. Anche perché vedremo se ci sarà coerenza da parte di chi ha sostenuto a spada tratta di non volere mai avere niente a che fare con Cuffaro e adesso, invece, se lo ritrova come convitato di pietra. Questi i fatti, tutto il resto è noia, come direbbe qualcuno. Poi, come sempre, spetterà ai cittadini decidere per cosa è meglio. Però, per favore, non si spacci la luna per il sole. Vedremo che cosa accadrà. Ma la base di partenza, lo ripetiamo, è questa. Dovranno essere i cittadini, è fin troppo evidente, quando saranno di nuovo chiamati alle urne, a valutare se la mancata coerenza di questi gruppi politici dovrà essere premiata o meno e se va bene così. Parimenti, i gruppi politici in questione potranno decidere di parlare chiaro e di rivolgersi agli elettori illustrando i loro cambiamenti in corsa. Tutti percorsi che occorrerà valutare con la massima attenzione. Noi, come sempre, saremo qui a vigilare”.

522599
© Riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Scroll to Top