Cerca
Close this search box.

Calcio. Modica prosegue il cammino verso la semifinale di Coppa

Gara a reti inviolate
Tempo di lettura: 2 minuti

Messana – Modica Calcio 0-0

Messana: Sanneh, D’Agostino, Romeo, Foti, Isaia, Viscuso, Cafarella, Giargiulo, D’Amico, Bonasera, Barbera. Panchina: Lima, Ginagò, Calì, Oliva Russo, Bertuccelli, Naccari, Calcagno. Allenatore: Gabriele Patti

Modica Calcio: Genovese L., Ababei, Musso (11’ st Cacciola), Aprile, Vindigni, Ferotti, Genovese P. (11’ st Guerci), Prezzabile (11’ st Palermo), Cicero, Azzara (46’ st Savasta), Kebbeh. Panchina: Marino, Trovato, Ballatore, Cacciola, Mortellaro, Guerci, Incatasciato, Palermo, Savasta. Allenatore: Giancarlo Betta

MESSINA. Termina a reti inviolate il match di ritorno dei quarti di Coppa Italia al “Marullo” di Messina tra il Messana e il Modica calcio. I rossoblu comunque proseguono il cammino verso la Semifinale forti del 2-0 conseguito all’andata grazie alla doppietta di Alessandro Prezzabile.

A Messina va in scena una gara che vede impegnate due formazioni con obiettivi diversi ma con lo stesso peso sulle gambe, dopo l’ultima giornata di campionato. I padroni di casa devono ribaltare il risultato dell’andata ma non possono rischiare troppo in difesa per non subire gol, che diventerebbero macigni con la regola delle reti che fuori casa valgono doppie.

La formazione del Messana, non avendo realizzato nessun gol a Modica, gioca costantemente con l’attenzione a non dover subire gol oltre a farne due, che porterebbero i ragazzi di Patti a prolungare la gara fino ai rigori, sarebbero addirittura tre le reti utiliper il passaggio del turno. Il Modica, dalla sua, è una squadra quadrata che non sente la pressione di mettere a segno reti ma che sa di dover gestire la gara e le energie dopo lo scontro diretto di domenica contro il Gela.

Al 35’ del secondo tempo è Cicero a mettere l’unico pallone in rete, ma il guardalinee spegne la sua esultanza segnalando un sospetto fuorigioco. La sfida si chiude senza reti, nel più semplice dei pareggi del gioco del calcio.

Possiamo dire che abbiamo fatto la partita che volevamo – dichiara Giancarlo Betta a fine gara – Lobiettivo era quello di centrare i quarti senza correre rischi e senza forzare troppo. Laspetto più importante era anche dare minuti a chi ha giocato meno in queste partite e possiamo dire di aver centrato lobiettivo.

 

 

521585
© Riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Scroll to Top