Cerca
Close this search box.

Gal terra Barocca. Nuova programmazione leader 2023-2027

Tempo di lettura: 2 minuti

Dopo aver attivamente partecipato alle azioni di confronto sulla Fua Ragusa (Functional Urban Area), è già operativa la “chiamata collettiva” lanciata dal GAL Terra Barocca per definire, insieme ai portatori di interessi e gli stakeholder, le future strategie dedicate al territorio rispetto alla prossima programmazione Leader 2023-2027. L’obiettivo è quello di coinvolgere attivamente la comunità locale nella definizione delle nuove strategie, forti dei risultati già raggiunti in questi anni di attività del gruppo di azione locale che si è posto come motore propulsivo per la nascita di nuove imprese e dunque anche nuovi posti di lavoro, grazie a diversi finanziamenti, anche a fondo perduto. Si è lavorato moltissimo anche nel turismo e nell’agroalimentare con l’attivazione degli infopoint, con l’avvio della creazione della destinazione turistica Enjoy Barocco e con le varie iniziative collegate tra cui la guida speciale del Gambero Rosso e il video di Lonely Planet. Ma su quali future prospettive si deve puntare? Lo si definirà insieme al territorio per valorizzare la “Terra Barocca”, un tesoro di ricchezza storica e culturale, ma anche una terra capace di accogliere sfide complesse che richiedono una risposta strategica e un forte impegno collaborativo. Questo approccio si basa sull’animazione territoriale e sull’ascolto attivo, e precede la definizione della Strategia di Sviluppo Locale (SSL) per il prossimo ciclo di programmazione Leader il cui modello si basa su tre pilastri fondamentali: il territorio, il partenariato e la strategia di sviluppo locale integrata. Grazie alla piena collaborazione con i Comuni che ricadono nel GAL Terra Barocca, che sono Ragusa, Modica, Scicli, Ispica e Santa Croce Camerina, sono stati già programmati una serie di incontri che permetteranno a tutti i cittadini la possibilità di condividere le proprie opinioni, suggerimenti e aspettative riguardo allo sviluppo locale. A questi incontri interverranno anche i rappresentanti del Living Lab SSUD della Fondazione “Cesare e Doris Zipelli”, emanazione della Banca Agricola Popolare di Ragusa, il cui ruolo consisterà nell’assistenza alle attività di progettazione partecipata. Si inizia venerdì 22 settembre alle 16,30 a Palazzo Bruno a Ispica, poi il 25 settembre ore 17,30 all’Assessorato Comunale Sviluppo Economico di Ragusa, il 28 settembre alle 16,30 alla Biblioteca Comunale di Modica, il 2 ottobre alle 17 a Palazzo Spadaro a Scicli e il 3 ottobre alle 17 alla Biblioteca Comunale di Santa Croce Camerina. Il GAL Terra Barocca ha inoltre messo a disposizione un form online all’indirizzo https://galterrabarocca.com/consultazione-ssltp-per-la-nuova-programmazione-2023-2027 che permette a chiunque di partecipare alla consultazione e condividere idee, progetti e opinioni relative al futuro della provincia iblea. Vari gli ambiti su cui si richiede un punto di vista: dai servizi ecosistemici, biodiversità e paesaggio, ai sistemi locali del cibo, distretti, filiere agricole e agroalimentari, dagli spazi collettivi ai servizi turistici, ricreativi e socio-culturali, all’innovazione, solo per fare alcuni esempi. Si punta dunque ad un ampio coinvolgimento per creare una visione comune, condivisa, tra i membri della comunità del GAL Terra Barocca preparandosi a “plasmare” il futuro della provincia iblea con uno sguardo attento alle esigenze e alle aspirazioni del territorio stesso. “La partecipazione attiva e la condivisione di idee e proposte rappresentano le fondamenta di questo processo, che si tradurrà in una Strategia di Sviluppo Locale che riflette veramente le ambizioni e le necessità della provincia”, commenta il direttore del GAL Terra Barocca, Salvatore Occhipinti. Previsti inoltre focus group per una consultazione sugli ambiti tematici, la prossima pubblicazione delle proposte progettuali per i “Progetti di comunità” e le “Call for ideas” per la realizzazione di progetti per l’orientamento della strategia alla vivibilità del territorio su salute, servizi per l’infanzia, servizi culturali.

517338
© Riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Scroll to Top