Cerca
Close this search box.

AST. Campo: “Troppi i disagi. Regione intervenga”

Tempo di lettura: 2 minuti

“Non passa giorno che l’AST non lasci a piedi i propri viaggiatori, che siano turisti, pendolari o studenti. Dagli autobus che si guastano, alle corse cancellate senza preavviso, ritardi di ore in fermate sprovviste di una qualsiasi panchina compresa la principale fermata dell’isola cioè quella di Palermo. Un viaggio con un pullman dell’AST è un’odissea con disservizi macroscopici. Le soluzioni prospettate in queste ore dall’assessore Aricò lasciano perplessi perché la Regione arriva sempre in ritardo, e prospetta di assegnare le corse di AST alle ditte private in attesa di trasformare l’azienda siciliana in una società talmente in house che affiderà le tratte in forma diretta, senza bando, perché questo tipo di società non sono soggette al codice degli appalti”.

Lo dichiara la deputata regionale del Movimento 5 Stelle Stefania Campo che, ancora una volta, torna ad incalzare il governo regionale sulla necessità di rendere efficiente il servizio di trasporto pubblico extraurbano dell’AST.

“Quello che viene naturale da chiedere all’assessore Aricò – interroga Campo – è che fine abbiano fatto i 45 milioni di fondi PON che avevamo appostato in bilancio per consentire all’AST di comprare nuovi mezzi. E’ questo il vero nodo, la compagnia a causa dei forti debiti in questi anni non si è dotata di mezzi nuovi e sufficienti a coprire il servizio, questo di fatto mette il viaggiatore costantemente a rischio, soggetto a una valanga di disagi e disservizi. Dall’estate nera per i turisti ai disastri della stagione scolastica appena avviata già nel peggiore dei modi, con mancate corrispondenze sugli orari di ingresso e uscita degli studenti, ai cronici ritardi e guasti dei mezzi. Ovviamente a farne le spese sono anche i lavoratori che non sono messi nelle condizioni di lavorare bene fronteggiando i continui guasti, pericoli e le lamentele dei passeggeri operando su mezzi non idonei. Abbiamo presentato oggi un’interrogazione al fine di capire perché Aricò spinge nel riassegnare il servizio piuttosto che sfruttare i fondi messi a disposizione per l’acquisto di nuovi mezzi in tempi celeri” – conclude la deputata.

516893
© Riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Scroll to Top