Cerca
Close this search box.

Calcio, Eccellenza. Modica perde scontro al vertice con l’Igea

Tempo di lettura: 2 minuti

Modica-Nuova Igea: 1-2

Marcatori: pt 47’ Idoyaga; st 2’ Idoyaga, 30’ st Falco

Modica: Giuseppe Misseri, Musso, Butera, Ancione(68’ Pellegrino), Vindigni, La Cognata, Mincica (72’ Lorenzo), Salvatore Misseri, Pozzebon, Falco, Prezzabile (55’ Agoridin). All. Betta

Nuova Igea: Staropoli, Franchina, Silipigni (64’ Bucolo), Dall’Oglio, Della Guardia, Trinboli, Biondo, Abbate, Flores (69’ Medina), Idoyaga (83’ Vincenzi), De Gaetano( 65’ Verdura). All Ferrara

Arbitro: Cafaro di Cuneo

Note: spettatori mille circa. Al 64′ espulso La Cognata per doppia ammonizione.

Il Modica perde lo scontro al vertice del campionato di Eccellenza, girone B, con l’Igea Virtus che diventa campione di inverno e allunga in classifica. Finisce due a uno per i messinesi grazie alla doppietta tra di Idoyaga. I rossoblu hanno accorciato a 17’ dalla fine con Falco ma non hanno più trovato lo spunto per il pari. Il Modica, insomma, dimostra di essere forte lontano dal pubblico amico visto che al “Vincenzo  Barone” ha ceduto dieci punti. Oggi hanno perso anche la seconda posizione a vantaggio del Taormina. Prima del match, in uno stadio sold out, si è svolta una breve cerimonia in ricordo del presidente dei grandi successi rossoblu, Antonio Aurnia, alla presenza della moglie e dei figli. L’intensa emozione, un inizio partita da brividi, la voce di Antonio Aurnia e quella di Pietro Scollo, a riecheggiare. Il cuore rossoblù che batte e la tribuna che applaude Re Leone, al secolo Gianluca Impellizzeri, tornato a vivere una domenica a Modica. Una coreografia da intensità emotiva senza limite.

Il campo, poi, ha premiato la capolista che vince con due gol a cavallo fra fine primo tempo ed avvio ripresa, segnati da Idoyaga. Premio grande per l’Igea che ha saputo ottimizzare i suoi momenti migliori ma che ha sofferto tremendamente quando il Modica è rimasto in 10 a 40 minuti dalla fine, sfiorando un clamoroso pareggio, negato solo dall’avversa sorte. Un Modica
che se ha peccato di qualcosa nella prima ora abbondante, ha messo poi in grande ambasce la prima della classe negli ultimi 30 minuti, trovando il gol con Falco e creando almeno altre tre situazioni che, con un briciolo di fortuna, avrebbero potuto essere il gol del pareggio. Come la scorsa stagione con il Mazzarrone, l’ultima di andata in casa, contro la capolista, non arride al
Modica. In una giornata iniziata con Mattia Pitino, Danilo Radenza, Salvo Di Raimondo e Luca Gugliotta che hanno consegnato due mazzi di fiori alle figlie di Antonio Aurnia, in ricordo dal grande ‘patron rossoblù’, vincitore di tre campionati in cinque stagioni e scomparso 3 anni fa. Mentre la tribuna A, stipata, applaudiva nel ricordo ascoltando le sue parole e quelle di Zio Pietro,
cuori infiniti del Modica calcio. Momenti davvero da brividi prima che il campo del Barone, recitasse il suo copione. A vantaggio della capolista, per oggi. Come l’anno scorso di questi tempi, contro il Mazzarrone…

RISULTATI ULTIMA DI ANDATA

Santa Croce         –  Acicatena   3 – 0

Jonica                  –  Mazzarrone 3  –  3

Milazzo              –  Virtus Ispica  1  –  0

Modica            –  Nuova Igea      1  –  2

Palazzolo         –  Taormina        0  –  6

Nebros   –  Real Siracusa Belvedere 1 – 2

Rocca Acquadolcese – Comiso       1 – 2

Siracusa     –   Leonzio                4 – 1

CLASSIFICA

Igea Virtus    34

Taormina     32

Modica       30

Siracusa   29

Rocca Acquadolcese 25

Leonzio  23

Nebros 22

Jonica 20

Mazzarrone 19

Santa Croce 18

Comiso  e Milazzo 16

Palazzolo 10

Virtus Ispica 9

Acicatena  6

 

 

 

498139
© Riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Scroll to Top