Calcio. Brutta battuta d’arresto per il Santa Croce a Mazzarrone

Tempo di lettura: 2 minuti

È stato un brutto risveglio quello del Santa Croce calcio che sabato pomeriggio ha rimediato una sonora scoppola da un Mazzarrone sorprendente e cinico. La squadra di Gaetano Lucenti alla fine dei novanta minuti è uscita dal campo fortemente ridimensionata rispetto a sette giorni prima, quando era riuscita a imporre il pareggio al Città di Taormina. Il tecnico biancazzurro, oltre a prendere cognizione di quanto successo in campo, ha voluto sottolineare che le squadre giovani sono portate ad avere degli alti e dei bassi e, quindi, ha definito questa sconfitta come un incidente di percorso. Resta il fatto, comunque, che così come è successo contro il Milazzo, sabato i biancazzurri hanno perso contro una diretta concorrente alla salvezza e alla fine della tredicesima giornata di campionato, il Santa Croce è ritornato in zona playout. Naturalmente ancora è presto per guardare la classifica, ma è anche vero che la salvezza passa per le gare interne e, quindi, dopo questa sconfitta in futuro sarà importante non avere altre ricadute al Kennedy, soprattutto, contro le contendenti all’obbiettivo del mantenimento della categoria.

Di seguito il commento di mister Gaetano Lucenti

“È una sconfitta che brucia per come è arrivata. I complimenti vanno al Mazzarrone che è stato bravo a sfruttare due nostri infortuni e poi ha difeso il risultato. Noi invece siamo stati, forse, un po’ troppo leggerini e quando vuoi vincere partite come quella di sabato, devi avere fame e noi forse eravamo troppo sazi di quello che avevamo fatto la settimana prima. Quando hai una squadra dove l’età media è giovane queste situazioni possono capitare e forse qualcuno, anzi, molti, dopo le buone prestazioni si sono sentiti arrivati e questo l’abbiamo pagato. È un incidente di percorso che ci può stare, anche se, è la seconda volta che capita di perdere in casa contro una diretta concorrente (già era successo con il Milazzo). Adesso bisogna rimboccarsi le maniche e da martedì cominciare a lavorare, cercando di riacquisire quella fame di vittoria che contro il Mazzarrone abbiamo perso. Domenica andremo ad affrontare la capolista Nuova Igea Virtus e sarà una gara difficile e quasi proibitiva. Sono però convinto che talvolta queste scoppole possono essere salutari, quindi andremo ad affrontare i primi della classe, senza timori e con l’obiettivo di fare risultato”.

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI