Cerca
Close this search box.

Istituto Grimaldi Modica. Erasmus in Ungheria per le Mobile Apps

Tempo di lettura: 2 minuti

Con l’inizio del nuovo anno scolastico è ripartita a pieno ritmo per l’Istituto Principi Grimaldi di Modica l’attività del Programma Europeo per l’istruzione e la formazione Erasmus+, con la mobilità in Ungheria per il progetto “Creating digital dictionaries and mobile apps for learning foreign languages”.
Arrivati al terzo step, dopo la prima mobilità ad Instanbul, e la seconda nella capitale slovacca Bratislava, nella settimana dal 2 all’8 ottobre è stata la volta dell’Ungheria, nella bellissima cittadina di Fonyod, sul lago Balaton, a circa 130 km da Budapest.
Il gruppo di 8 studenti del Grimaldi, accompagnati dagli insegnanti Valentina Bontempelli, Francesco Milceri Bausoto e Vincenzo Nigro, è stato accolto insieme agli altri partner turchi, slovacchi e rumeni dai colleghi e studenti del Mátyás Király Gimnázium, istituto superiore del posto, con grande entusiasmo e calore. È stata organizzata una splendida settimana ricca di workshop legati al progetto, ossia la realizzazione di app per smartphone mirate all’apprendimento veloce delle lingue straniere, in cui i nostri studenti hanno lavorato quotidianamente a fianco dei colleghi europei utilizzando la lingua ufficiale dei progetti Erasmus, ossia l’inglese. Sono state organizzate tante attività mirate alla conoscenza del sistema scolastico ungherese e della loro struttura, con la visita della scuola, dei numerosi laboratori di scienze, TIC, fisica, il settore sportivo comprensivo di una enorme piscina, e con classi in cui gli alunni si spostano per svolgere le lezioni, contrariamente al sistema italiano, dove invece sono gli insegnanti a spostarsi nelle classi.
Non sono mancati i momenti di svago outdoor sia nella cittadina di Fonyod, con una divertentissima caccia al tesoro al fine di conoscere i luoghi significativi del posto, sia nei dintorni, utilizzando tutti i mezzi a disposizione, dalla barca per raggiungere Badacsony, sulla sponda opposta del lago Balaton, al treno per raggiungere il parco avventura Gömbkilátó di Balatonboglár, al bus per visitare lo splendido castello Festetics a Keszthely, le grotte di Tapolca ed infine Budapest con i suoi monumenti imperiali affacciati sul fiume Danubio.
Gli studenti e i colleghi ungheresi sono stati sempre al nostro fianco, non solo durante le attività a scuola ma anche durante i momenti ricreativi, coinvolgendoci nelle loro danze folkloristiche e facendoci assaggiare i loro piatti tipici, tra i quali il gulash, uno dei piatti più conosciuti e rappresentativi della gastronomia ungherese, molto saporito, grazie soprattutto alla paprika, regina della cucina.
Insomma, i nostri studenti hanno avuto tanto da raccontare al loro ritorno. L’occasione migliore è stata offerta dagli Erasmus Days, giornate dedicate al mondo Erasmus in tutta Europa, tenutesi il 13 e il 14 ottobre presso i locali dell’Istituto Verga di Modica. Qui i nostri ragazzi hanno condiviso la loro esperienza con studenti delle scuole di Modica e della provincia, facendo conoscere le opportunità che la nostra scuola, grande promotrice dei Progetti Erasmus in provincia, offre a tutti gli iscritti. Si pensi che dal 2016 sono stati realizzati più di 15 progetti, con decine di mobilità all’estero che hanno permesso a tanti studenti del Principi Grimaldi di partire e partecipare ad esperienze uniche, ovviamente in modo del tutto gratuito.
Ora i nostri studenti sono tornati sui banchi di scuola per riprendere le consuete attività scolastiche, carichi di entusiasmo e arricchiti dalle esperienze e le amicizie fatte. Oseremo dire anche più maturi, essendosi confrontati, qualcuno per la prima volta, con la distanza da casa, dalla famiglia e dalle abitudini, anche alimentari, essendo noi italiani molto esigenti dal punto di vista dell’alimentazione.
Tra meno di un mese arriveranno a Modica i partecipanti alla quarta mobilità dello stesso progetto. Lo staff della scuola è già al lavoro per cercare di restituire la calorosa accoglienza riservata dai colleghi ungheresi: mentre c’è chi pianifica le attività legate al tema del progetto, c’è anche chi pensa a tutti i piatti tipici della tradizione modicana che grazie agli esperti del settore alberghiero verranno fatti assaggiare agli amici europei.

493998
© Riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Scroll to Top