Cerca
Close this search box.

Calcio, Trofeo della Legalità. Vincono gli Uffici Giudiziari

Tempo di lettura: 2 minuti

Nel triangolare di calcio che si è disputato presso il  campo sportivo Biazzo (ex Enal) di Ragusa,  la formazione degli Uffici Giudiziari Iblei, detentrice del Trofeo,   dopo aver sonoramente sconfitto la squadra del Comune di Ragusa per  6 a 0  e fatto, altrettanto con la Guardia di Finanza,   si è aggiudicata per la seconda volta consecutiva il Trofeo legalità iblea 2022.

La prima partita ha visto di fronte Guardia di Finanzae Comune di Ragusa, la prima capitanata dal Col.  Giorgio Salerno e coordinata dal mister Capocasale, è apparsa subito molto veloce e aggressiva, i giovani finanzieri, infatti,  hanno immediatamente messo il sigillo sulle sorti dell’incontro  battendo gli avversari per 3 – 0.

Nella seconda partita la panchina corta e la stanchezza per il primo incontro è stata la causa principale della sconfitta del Comune di Ragusa contro gli Uffici Giudiziari, che hanno fatto valere oltre all’ottima preparazione atletica anche una perfetta strategia tattica, calibrando opportunamente la rosa dei giocatori messi disposizione del mister Cingolani e guidati  sul campo dal sempre eterno  capitano Pulvirenti.

Le reti del 6 – 0 finale sono state realizzate da Di Cataldo,(magistrato), Mallia, doppietta (avvocato, Guerrera (funzionario), Cingolani,(magistrato) e Fontanella. (funzionario).

Come da previsione l’incontro principale per aggiudicarsi il Trofeo, quello tra la Guardia di Finanza e gli Uffici Giudiziari Iblei è stato molto combattuto e ricco di emozioni.

La squadra della Guardia di Finanza voleva consegnare al Col. Giorgio Salerno, indomito condottiero ed anima pulsante della squadra, il Trofeo   come “saluto sportivo”  per l’imminente trasferimento, quella degli Ufficio Giudiziari voleva sfatare il tabù di avere perso i precedenti incontri  con la Guardia di Finanza  pur giocando meglio ma non finalizzando le tantissime occasioni da gol.

Fin da subito si ripeteva il solito cliché, gli Uffici Giudiziari attaccavano con  manovre corali a tenaglia e la Guardia di Finanza si difendeva con ordine.  I due bomber ( Mallia e Armenia) esaltavano le qualità del portiere della Guardia di Finanza che respingeva  ogni  palla che arrivava al suo cospetto.

La porta delle fiamme gialle sembrava stregata ma la sagacia tattica del mister Cingolani (magistrato), la forza propulsiva dei cursori laterali, Vadalà, Giampiccolo, Trigilia Guerrera, un centrocampo perfetto, orchestrato da  Pulvirenti, Di Cataldo e Giaquinta,   trasformavano ogni azione degli Uffici Giudiziari in gioiosa sinfonia, che diventava  un’inarrestabile macchina da guerra quando raggiungeva l’acme con  il bomber Mallia che, a seguito di una splendida azione corale, sbloccava il risultato. A 10′ dal termine arrivava il secondo gol di Armenia (avvocato modicano) che annientava lo spirito e le gambe dei Finanzieri.

La partita finiva con un netto 2 a 0 a favore degli Uffici Giudiziari .

 

 

488420
© Riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Scroll to Top