Niente RdC per 2500 percettori iblei. Hanno rifiutato il lavoro

Tempo di lettura: 2 minuti

2500 persone, percettori di reddito di cittadinanza sono state cancellate dagli elenchi per avere rifiutato un posto di lavoro, per cui non percepiranno più il beneficio economico. È questo uno dei temi salienti di un incontro sulla carenza di manodopera in agricoltura tra il Presidente di Aasse, Giuseppe Cilio, e il Direttore provinciale dell’Ufficio del Lavoro di Ragusa,  Giovanni Vindigni.
“Il fenomeno sta diventando molto preoccupante- spiega  Cilio -. Tutto  il comparto agricolo è in forte difficoltà nel reperire manodopera qualificata da adibire nei vivai, nei centri di condizionamento e nelle aziende agricole in generale. Le aziende che rispettano le regole d’ingaggio mensile secondo quanto previsto dagli accordi contrattuali non riescono a convincere i giovani a tornare a lavorare in agricoltura. Lavoratori stranieri che già avevano acquisito un buon livello di professionalità preferiscono trasferirsi nel nord Europa”.

Per il direttore Vindigni è necessaria “una rete di raccordo fra imprese, Ufficio del Lavoro ed enti previdenziali come Inail e Inps per superare queste difficoltà, altrimenti si va fuori dal sistema. Anche le imprese sane e bene organizzate senza un sistema di rete non potranno risolvere il problema. Da parte mia c’è la massima disponibilità a collaborare con voi per risolvere il problema che state rappresentando”.

Riguardo al tema del Reddito di cittadinanza che indurrebbe molti lavoratori a rinunciare all’ingaggio per non perdere il beneficio previsto dalla legge,  Vindigni ha rilevato che circa 2.500 persone in provincia, sottoposte a colloquio di lavoro, sono state depennate dall’elenco dei percettori del Reddito di cittadinanza perché non hanno accettato l’offerta di lavoro che si era loro presentata.

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI