Cerca
Close this search box.

“Sempre più difficoltà nei pronto soccorso di Modica e Vittoria”

Tempo di lettura: 2 minuti

“Arrivano segnalazioni sempre più preoccupanti sulla funzionalità dei vari Pronto soccorso della nostra provincia, in particolare su Modica e su Vittoria. E’ necessario, da subito, un potenziamento del personale medico”. E’ quanto rileva Andrea La Rosa, presidente provinciale Mpsi Ragusa e candidato all’Ars, evidenziando di avere preso atto, in queste ultime ore, “di alcune segnalazioni gravi che fanno preoccupare. Una situazione pesante – aggiunge – tale da portarmi a chiedere, a tutela di tutte le cittadinanze interessate, il potenziamento del personale in servizio presso il pronto soccorso dell’ospedale Guzzardi e del Maggiore. Il pronto soccorso del Guzzardi è il primo in provincia per numero di accessi annui, oltre 46mila, ed è al servizio di un territorio molto vasto e densamente popolato. Purtroppo, spiace constatare che i medici che prestano servizio siano soltanto 3 più un’altra unità che però non svolge servizio notturno con 15 infermieri disponibili. Negli altri nosocomi, come a Ragusa e Modica che fanno registrare 31mila accessi, vi sono rispettivamente 9 e 8 medici con 18 e 15 infermieri disponibili. Inoltre, nel vicino Pronto soccorso di Comiso con soli 8mila accessi vi sono 4 medici e 9 infermieri. Dal 1° luglio, inoltre, il Pronto Soccorso ipparino avrà soltanto 2 medici più un altro che non farà servizio notturno”. “Si tratta – dice ancora La Rosa – di un organico assolutamente sottodimensionato per le esigenze della città e del territorio e non in grado di assicurare i servizi di assistenza sanitaria ai cittadini all’ingresso in ospedale. Vittoria o Modica non possono subire una simile mortificazione e le professionalità dei medici in servizio attualmente al Pronto soccorso non possono fare i conti con un surplus di lavoro come in questo modo. Stiamo parlando di attività legate alla salute. Occorre la massima concentrazione. Chiedo pertanto con urgenza alla direzione sanitaria di rimpinguare adeguatamente il personale medico e infermieristico per assicurare livelli di assistenza minimi ai cittadini e per tutelare le professionalità mediche. Il Pronto Soccorso è un servizio essenziale per i cittadini e l’Asp ha il dovere di assicurare al meglio la cura e l’assistenza agli utenti: non possiamo accettare una penalizzazione così acuta rispetto agli altri nosocomi della provincia. Si tratta di esigenze reali e l’evidente disparità compromette in maniera grave la qualità di un presidio fondamentale per la salute dei vittoriesi. Attendiamo presto un rafforzamento dell’organico e sollecitiamo l’Asp a intervenire in maniera celere. Sappiamo che i bandi sono stati fatti e che nessun medico ha risposto. Ma è necessaria una soluzione efficace ed efficiente. Non si può tirare avanti ancora per molto in questo modo. Sono necessarie risposte all’altezza della situazione”.

483100
© Riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Scroll to Top