Covid. Provincia di Ragusa in zona arancione eccetto Giarratana e Monterosso

Tempo di lettura: 2 minuti

La quasi totalità della provincia di Ragusa sarà zona arancione. Il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci ha firmato l’ordinanza che cambia ancora una volta il colore della provincia iblea. Uniche eccezioni per Giarratana  e Monterosso Almo che resteranno in zona gialla. Decisivo l’aumento indiscriminato del numeri dei contagi nelle ultime due settimane. Tra i monti iblei si viaggia ad oltre 1000 muovi positivi al giorno. Il cambio di colore avverrà da venerdì 21 gennaio.

Cosa cambia in zona arancione

A differenza di quanto accadeva lo scorso anno, le restrizioni in zona arancione riguardano solo chi non ha il super green pass. Chi è in possesso della certificazione rafforzata non è soggetto a grosse limitazioni.

Gli spostamenti all’interno del proprio Comune sono sempre consentiti per tutti, mentre quelli verso altri Comuni della stessa Regione e verso altre Regioni sono permessi a chi non ha il green pass solo per ragioni di necessità che vanno giustificati attraverso l’autocertificazione. Fanno eccezione i Comuni di massimo 5mila abitanti da cui tutti possono spostarsi verso altri Comuni entro 30km, eccetto i capoluoghi di provincia.

Nessun vincolo col green pass base e con quello rafforzato: ci si può muovere liberamente all’interno e fuori dalla Regione. 

Ristoranti e bar in zona arancione

Bar e ristoranti in zona arancione sono aperti solo per chi ha il super green pass. Chi ne è sprovvisto non può consumare al banco anche per bere un caffè, così come al tavolo, all’aperto o al chiuso. Negli hotel e nei bar e ristoranti al loro interno, possono accedere solo coloro in possesso di certificazione rafforzata.

Negozi e centri commerciali in zona arancione

I negozi che vendono beni o servizi alla persona sono accessibili a tutti i cittadini, così come l’accesso agli uffici pubblici per usufruire dei servizi. Per quanto riguarda i centri commerciali, invece, l’accesso è consentito a tutti nei giorni feriali, mentre nei giorni festivi è consentito solo a chi ha il super green pass.

Sport e palestre in zona arancione

In zona arancione non ci sono limitazioni per l’attività sportiva all’aperto, in aree attrezzate o parchi. Al chiuso, invece, ma anche nelle piscine (comprese quelle all’aperto) è necessaria la certificazione rafforzata. Aperta a tutti l’attività riabilitativa e terapeutica, così come gli sport di squadra e attività in centri e circoli sportivi all’aperto. Gli sport di contatto, sia all’aperto che al chiuso, possono essere praticati solo da chi ha il super green pass. Certificazione rafforzata indispensabile anche per l’attività sciistica, significa che in zona arancione può accedere agli impianti di risalita solo chi si è vaccinato o è guarito dal Covid.

Cinema, teatri, musei, discoteche in zona arancione

Solo chi ha il super green pass può accedere a cinema, teatri, sale da concerto, locali di intrattenimento e musica dal vivo al chiuso. La stessa cosa vale per mostre e musei, discoteche e sale da ballo.

Centri benessere e altre attività in zona arancione

Solo con la certificazione rafforzata è possibile accedere ai centri benessere e ai centri termali, sia all’aperto che al chiuso, a meno che non ci si rechi in questi luoghi per motivi di salute. Super green pass obbligatorio anche per l’accesso ai parchi tematici e di divertimento, ai centri culturali, sociali e ricreativi, a sale gioco, sale scommesse, sale bingo e casinò

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

26 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI